L'Antitrust blocca H3G: stop a recupero crediti

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

L'Antitrust ha disposto che H3G sospenda la riscossione coattiva dei crediti relativi al traffico internet contestato dagli utenti. La decisione, spiega una nota dell'Authority, è stata assunta nell`ambito dell`istruttoria avviata per verificare se l'operatore telefonico abbia messo in atto pratiche commerciali scorrette relativamente ai piani tariffari per la navigazione. Secondo numerose denunce, gli utenti che avevano sottoscritto il piano tariffario "Tre. Dati Abbonamento" con l'Adsm modem usb, hanno ricevuto conti salatissimi, fino a quasi diecimila euro, senza che questi costi così ingenti fossero preventivabili in base alle condizioni d`offerta.

L'intervento del Garante L'Autorità dovrà ora verificare se H3G abbia informato adeguatamente il consumatore che, superata la soglia di 5 Gb/mese, la tariffa a consumo comporta una spesa estremamente elevata, che aumenta ulteriormente quando la connessione avviene attraverso il roaming Gprs. Inoltre se abbia garantito la possibilità al consumatore di monitorare il superamento di quella soglia; se abbia consentito di conteggiare e verificare il traffico dati extrasoglia. Secondo le prime informazioni acquisite, aggiunge l'Autorità, il software offerto ai consumatori non garantisce che i bytes visualizzati durante la navigazione su Internet corrispondano ai bytes riportati ai fini della fatturazione; e infine se abbia informato adeguatamente il consumatore sulle zone non coperte dalla rete di H3G. Per effetto del provvedimento dell`Autorità, H3G deve sospendere, in via cautelativa, ogni attività diretta al recupero coattivo presso gli utenti delle somme relative al traffico dati effettuato oltre la soglia di 5 GbB/mese e delle somme relative a traffico dati effettuato in roaming Gprs.

La sospensione dei consumi La sospensione riguarda i consumi fatturati nel periodo 21 settembre 2007 - 31 maggio 2008 (per i mesi successivi l`azienda ha adottato correttivi che dovrebbero evitare il ripetersi del fenomeno), purché contestati dagli utenti attraverso reclami presentati alla stessa azienda o a pubbliche autorità. Il provvedimento adottato dall'Antitrust per H3G il 3 luglio scorso, è la settima misura cautelare adottata dall'Autorità, in base alle nuove competenze in materia di pratiche commerciali scorrette, nel settore delle telecomunicazioni. L'Antitrust è infatti già intervenuta per bloccare la riscossione dei crediti per telefonate satellitari e a numerazioni a valore aggiunto addebitate inconsapevolmente agli utenti, gli sms che rinviavano alle costose numerazioni 899, e ai servizi di abbonamento a contenuti (suonerie, loghi ed altro) per cellulari.

I finti telequiz Provvedimenti d'urgenza sono stati adottati anche per bloccare i finti telequiz strutturati per invogliare i telespettatori a contattare numerazioni a valore aggiunto a costi salatissimi simulando concorsi a premi basati sulla risposta a facilissime domande e su false telefonate in diretta. Il settore delle telecomunicazioni rappresenta una parte molto rilevante (circa il 50%) delle segnalazioni in materia di pratiche commerciali scorrette.

da Il Giornale.it

20 luglio 2008 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • c0cc0bill 23 ottobre 2008 at 07:12

    Io con h2g avevo stipulato un contratto con comodato d'uso
    della durata di 23 mesi.Durante la durata di tale contratto
    saltuariamente mi venivano recapitati degli addebiti ingiustificati per mancato pagamento del canone mensile.Ho sempre provveduto a fornire giustificazione dell'avvenuto pagamento ma di rimborsi neanche l'ombra!Mi è stata cambiata
    la tariffa senza alcuna mia richiesta ed il servizio non è mai stato un gran che (risultavo quasi sempre irraggiungibile o meglio il numero da lei chiamato è inesistente!Il contratto in questione è scaduto nel mese di febbraio 2008,allorchè faccio domanda di portabilità ecome per magia qualche giorno dopo mi arriva la solita lettera che mi contesta il mancato pagamento però del mese di Marzo
    quindi fuori dai termini del contratto Contatto la tre mi spiego,mi danno ragione ma im bloccano la sim card.Dispongo che la mia banca non paghi più nulla alla 3,mi arriva un'altra lettera con la quale mi dicono che provvederanno trmite agenzia recupero crediti al recupero della (secondo loro insolvenza). Ora a Me i danni subiti dall'illecito blocco della SIM chi me li paga? Mezzo mondo aveva il Mio numero 3,Ho avuto dei gravi disguidi a causa di ciò!Ora come bisogna fare per fargliela spurgare a quei delinquenti? grazie… confidando in un vostro cortese riscontro
    C.E.

    Commento di enzo.c | Giovedì, 23 Ottobre 2008

    Per fargliela "spurgare" devi chiamare il numero verde dell'ANTITRUST 800.166.661, che fa capo alla divisione Tutela del Consumatore, descrivendo gli abusi da te subiti.

1 6 7 8