L'Antitrust apre istruttoria sulla (non) portabilità dei mutui

La normativa sulla portabilità dei mutui "è rimasta inattuata" e l'Antitrust, sulla base di denunce verificate e delle prove raccolte, ha aperto dieci istruttorie su altrettanti istituti di credito per "pratica commerciale scorretta".

E' quanto ha annunciato il presidente dell'Autorità , Antonio Catricalà , conversando con i giornalisti durante il forum della pubblica amministrazione. "Questa legge - ha detto - è rimasta inattuata perché abbiamo segnalazione di rinunce a cambiare solo per i costi e abbiamo denunce di cittadini perché le banche negano la surrogazione e propongono un contratto analogo ma con costi insopportabili.

Abbiamo evidenza - ha aggiunto Catricalà - che questo sia vero e abbiamo raccolto prove sufficienti su dieci banche e abbiamo aperto dieci istruttorie. Le pratiche sono state aperte perché riteniamo sia scorretto il loro modo di agire e riguardano quindi, non un'intesa tra banche, ma pratica commerciale scorretta".

Per porre una domanda  su tutela e diritti del consumatore, dell'utente dei servizi bancari e finanziari, e del debitore in genere, sul codice del consumo, e su tutti gli argomenti correlati a questo articolo, clicca qui.

14 maggio 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'antitrust apre istruttoria sulla (non) portabilità dei mutui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Corrado Faissola 2 giugno 2008 at 13:51

    Il problema della portabilità gratuita dei mutui ormai al traguardo, sia pure attraverso difficoltà interpretative non imputabili al sistema bancario.

    La portabilità è ormai pressochè completa e a fianco ad essa ci sono altri istituti, compreso l'ultimo strumento condiviso di recente con il Governo (la convenzione sulla rinegoziazione, ndr). In futuro i mutuatari italiani saranno in una situazione nettamente migliore rispetto a tutti i mutuatari dei Paesi europei: in questo settore siamo all'avanguardia.

1 2 3 4