La surroga del mutuo - cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo [Commento 1]

  • Giancarlo Giannini 16 giugno 2008 at 16:11

    La piena portabilità dei mutui è frenata dall'intreccio polizze-prestiti e dalla rigidità dei costi e delle pratiche di risoluzione dei contratti assicurativi che accompagnano i prestiti. Lo ha affermato il presidente dell'Isvap, Giancarlo Giannini, nel corso della presentazione della relazione annuale sull'attività del 2007, durante la quale ha auspicato, in questo senso, un accordo tra banche e assicurazioni.

    "L'Isvap - ha sottolineato Giannini - ha ricevuto segnalazioni di cittadini che lamentano le difficoltà a estinguere le polizze che assistono il mutuo, nel momento in cui vogliono spostare lo stesso mutuo presso un'altra banca". Secondo Giannini, "per dare piena attuazione alla portabilità occorre garantire al cliente che vuole estinguere la polizza, la restituzione integrale della quota assicurativa di premio non goduto, (premio e commissioni sono infatti generalmente pagate in un'unica soluzione, ndr). Inoltre - ha aggiunto - occorre riconsiderare la misura delle provvigioni applicate che sono eccessivamente penalizzanti per gli assicurati, vanno infatti da un minimo del 40 a un massimo dell'80%".

    L'Isvap, ha poi proseguito Giannini, "sollecita le compagnie e le banche a definire rapidamente un accordo in questo senso, che garantirebbe la restituzione della quota di premio non goduto, l'abbattimento delle commissioni e la piena portabilità del mutuo. Tale accordo - ha concluso - sarebbe un buon test per la neonata federazione Abi-Ania".

1 2 3 8

Torna all'articolo