La successione – Capacità di ereditare, eredità giacente, accettazione e rinuncia dell'eredità [Commento 2]

  • il notaio 4 ottobre 2008 at 12:34

    La successione in generale può essere regolata dalla legge o dal testamento.
    Nell'ipotesi in cui vi sia testamento, sarà questo ad indicare i chiamati all'eredità. Il testamento dovrà essere portato da un notaio (insieme all'estratto dell'atto di morte) che lo riceverà in deposito formale e provvederà a pubblicarlo con un apposito atto notarile, informandone poi gli interessati.
    Invece, nell'ipotesi in cui non ci sia testamento, i chiamati all'eredità sono designati dalla legge. Nel suo caso i chiamati sono il vedovo che, in quanto coniuge, godrà in ogni caso anche del diritto di abitazione sulla casa familiare, e i figli (sposati o meno) secondo le quote stabilite dalla legge. In assenza di testamento non è necessario alcun atto notarile per rendere esecutiva la chiamata successoria.
    Dal punto di vista fiscale è invece in ogni caso obbligatorio predisporre e presentare entro un anno la dichiarazione di successione, per la quale è opportuno rivolgersi al proprio notaio di fiducia.

1 2 3 4 52

Torna all'articolo