La storia di Sonia, costretta a prostituirsi per pagare i debiti del marito buonanima [Commento 1]

  • salvatore 2 ottobre 2008 at 18:34

    naturalmente tutta la mia solidarietà per Sonia,in nessun paese civile al mondo si permetterebbe ad un essere umano di perdere la dignità per pagare i debiti contratti da un defunto allo stato,lo stesso stato che ad esempio consente di far volare un aereo da roma ad albenga tutti i giorni vuoto con costi e sprechi di milioni di euro solo per far volare a casa il sign.Scajola ministro dello sviluppo economico....Cara Sonia appena puoi scappa via da questo paese,qualunque altro è meglio di questo è non è un caso che i rumeni che sono arrivati qui 10 anni fa oggi cominciano a tornare in romania.Scappa via perchè quando hai finito di pagare i debiti,e te lo auguro,te ne chiederanno ancora e se non hai ne soldi ne forza per continuare a prostituirti,è probabile che ti chiedano il sangue o un rene,scappa via e portati via i miei più sinceri auguri e l'immensa stima che ho di te nonostante non ti conosca,lascia qui l'egoismo e il ricordo di questo paese falso che elargisce pietà e una poltrona in parlamento solo a chi denaro ne ha accumulato tanto rubando.Ciao Sonia ti abbraccio

1 2 3 5

Torna all'articolo