Nuove opportunità per i contribuenti che intendono rateizzare le cartelle di pagamento

  • manuela pazzi 5 settembre 2009 at 15:16

    Nuove opportunità per i contribuenti che intendono rateizzare le cartelle di pagamento.

    Definite le regole per i debitori che già beneficiano di un provvedimento di rateazione e chiedono di rateizzare una nuova cartella esattoriale.

    La direttiva emanata da Equitalia, stabilisce che ai fini dell'accesso al beneficio e per il calcolo del numero delle rate deve essere considerato sia il nuovo debito, sia quello complessivo non ancora scaduto e relativo alla rateizzazione già in essere.

    Condizione indispensabile per fruire della nuova rateazione è, naturalmente, essere in regola con il pagamento della precedente dilazione.

    L'indicatore Isee, laddove necessario, andrà ripresentato solo se sono trascorsi dodici mesi dalla precedente certificazione, mentre la documentazione economico patrimoniale necessaria per il calcolo dell'indice di liquidità e dell'indice Alfa dovrà essere riprodotta solo se più vecchia di sei mesi rispetto alla precedente.

    La direttiva precisa, anche che la soglia di debito al di sopra della quale, per i citati indici di liquidità ed Alfa, occorre la comunicazione dei professionisti indicati nella direttiva del 6 ottobre 2008, passa dagli attuali 15.000 euro a 25.000 euro.

Torna all'articolo

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info