Cartella esattoriale - Nessuna ipoteca se viene accolta istanza di rateizzazione

Una volta accolta la domanda di rateizzazione, l'agente della riscossione non può iscrivere ipoteca sugli immobili del debitore. Tuttavia rimarranno i provvedimenti già adottati prima della domanda di rateizzazione.

7 aprile 2012 · Rosaria Proietti

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cartella esattoriale - nessuna ipoteca se viene accolta istanza di rateizzazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Andrea Ricciardi 10 maggio 2012 at 16:01

    Importanti novità, in vigore dal 2 marzo 2012, riguardano la dilazione di pagamento dei debiti tributari.

    L'Agente della riscossione può, su istanza della parte interessata, concedere la dilazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo o portate dagli accertamenti esecutivi, anche con previsione di rate di importo crescente (piuttosto che costante) ma sempre nel limite massimo di 72 mesi. Le dilazioni già in corso al 2 marzo 2012 ed a rata costante non sono rinegoziabili, salvo richiesta di proroga.

    La dilazione in corso non impedisce la partecipazione a gare pubbliche in quanto gli importi in oggetto non si considerano scaduti ed esigibili.

    Dalla presentazione dell'istanza, l'Agente della riscossione non può iscrivere ipoteca sui beni del debitore se non a seguito del rigetto dell'istanza o della decadenza dalla dilazione con­cessa. Resta valida l'ipoteca eventualmente iscritta precedentemente all'istanza.

    In caso di peggioramento della situazione di temporanea situazione di difficoltà in base alla quale è stata concessa la dilazione, la parte può chiedere un'ulteriore proroga di altri 72 mesi.

    Si ha decadenza dalla dilazione solo in caso di mancato pagamento di due rate consecutive.

    art. 1 DL 16/2012 conv. in L. 44/2012

1 2