La pensione non basta e rischio di finire per strada

Come si fa a cercare casa a ottant'anni? Se lo chiede ogni giorno Amedea Cannuccia, senza trovare risposta né pace. Lei per la verità una casa ce l'ha - ad Ardea in provincia di Roma - ma rischia di perderla perché «pagare un mutuo di 500 euro con una pensione di 550 euro e un'indennità di accompagnamento di 450 è impossibile». Per saldare le ultime rate Amedea ha prima venduto i gioielli d'oro che conservava da una vita, e poi ha chiesto un prestito a una vicina di casa, alla quale ha garantito - firmando una scrittura privata - la restituzione dell'intera somma in piccole tranche. «Ogni mese le do quello che riesco a risparmiare - racconta - ma non è facile. Ci sono le bollette, e poi c'è la badante che viene a giorni alterni, perché da sola non ce la faccio».

Ottanta anni, il morbo di Parkinson, una figlia rimasta sola e un nipote che ha avuto un grave incidente. Amedea non ci dorme la notte, ma la risposta alla domanda «come pagherò la prossima rata» non la trova e come lei non la trovano le tante persone a cui hanno pignorato o stanno per pignorare l'abitazione.

«Per sette anni ho sempre pagato il debito alla banca - spiega - ma adesso sono rimasta sola e in più ho dovuto prendere una persona che mi aiutasse in casa». La situazione è cambiata repentinamente, ma la banca non vuole sentire ragioni, ci sono altri otto anni da pagare prima che il mutuo si estingua.«Mi sono rivolta all'Adusbef - continua -, poi sono andata al Comune ma mi hanno risposto che non ci sono fondi».

Da cinque giorni l'anziana signora è senza gas. Non ha i soldi per pagarlo perché quelli che ha li sta conservando per la rata del mutuo. «Senza gas posso stare - dice - ma se mi pignorano la casa dove vado?». Nessuno le sa rispondere. «Io vorrei pagare - replica - ma come faccio? Mica posso andare in mezzo a una strada, sono malata, e poi tra un po' viene l'inverno». Forse se la rata venisse un po' ridotta...

di Francesca Milano

 

14 ottobre 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la pensione non basta e rischio di finire per strada.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.