Doppio regime per la notifica della multa - 90 giorni per il trasgressore e 100 per l'obbligato in solido

Il termine di 90 giorni per la notifica della multa per infrazione al codice della strada non è unico:  con la riforma è stata introdotta una variante. Riguarda la spedizione all'obbligato in solido, per la quale sono previsti 100 giorni.

In pratica, da sempre sono tenuti al pagamento sia il trasgressore sia l'intestatario del veicolo (se persona diversa) e quando il trasgressore viene fermato subito si notifica il verbale solo a lui, sul posto.  Per prassi, la spedizione al proprietario resta sospesa per i 60 giorni entro i quali il responsabile dell'infrazione ha diritto di pagare senza aggravi. Se il pagamento non avviene, si procede nei confronti del proprietario. In questo caso, il termine ultimo per la notifica della multa è aumentato a 100 giorni.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su doppio regime per la notifica della multa - 90 giorni per il trasgressore e 100 per l'obbligato in solido.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Rosaria Proietti 28 aprile 2012 at 11:53

    Il termine dei 90 giorni per perfezionare la notifica della multa non è riferito al momento in cui il destinatario riceve il verbale, ma a quello in cui l'organo di polizia ha affidato il plico al servizio postale, che poi in teoria può recapitarlo anche dopo mesi. I 60 giorni utili per presentare il ricorso si contano invece dalla data della ricezione materiale del verbale di contravvenzione e dunque dal giorno in cui è stata materialmente effettuata la notifica della multa.

1 8 9 10