Ipoteca a garanzia del mutuo [Commento 2]

  • sergio benvenuto 31 agosto 2009 at 14:58

    Ipoteca - si cancella senza notaio

    Per la cancellazione delle ipoteche c'è la procedura semplificata. Dal 2 giugno 2007, infatti, sono entrate in vigore le disposizioni della legge Bersani per la cancellazione "d'ufficio" e senza alcun onere a carico del debitore, neppure quello della richiesta.

    Sarà la banca, o il soggetto che ha erogato il prestito, a dover comunicare alla conservatoria l'estinzione del pagamento, e la conservatoria dovrà provvedere all'annullamento dell'iscrizione. Le disposizioni operative sono contenute in due decreti dell'Agenzia del territorio pubblicati sulla gazzetta Ufficiale del 29 maggio 2009.

    In concreto, al termine del pagamento del mutuo la banca è tenuta a rilasciare al debitore l'attestazione dell'avvenuta estinzione del finanziamento e, contestualmente, a trasmettere alle conservatorie - che sono uffici dell'Agenzia del territorio - la relativa comunicazione.

    La comunicazione dovrà essere inviata entro 30 giorni dal pagamento. La procedura, come dicevamo, è del tutto automatica: non occorre, quindi, chiedere alla banca di attivarsi, ma l'istituto di credito ha l'obbligo di procedere per legge. Le procedure semplificate riguardano anche i finanziamenti concessi da enti di previdenza obbligatoria ai loro iscritti.

    L'estinzione non è immediata, perché entro i 30 giorni previsti la banca, che dovesse riscontrare problemi reali, potrà comunicare all'Agenzia del territorio ed al debitore che l'ipoteca permane anche al termine del pagamento.

    In questo caso l'Agenzia, entro il giorno successivo al ricevimento della dichiarazione, procede all'annotazione in margine all'iscrizione dell'ipoteca. Il fatto che la cancellazione non sia immediata comporta che chi deve vendere non sempre potrà far ricorso a questa procedura, a meno di non avere i soldi per estinguere il mutuo prima del rogito. Allo stesso modo occorrerà ricorrere ancora al notaio quando si sostituisce un mutuo con un altro, perché altrimenti la nuova banca non potrà iscrivere l'ipoteca.

    Le ipoteche, comunque, vengono estinte automaticamente dopo 20 anni dall'iscrizione, a meno che nel frattempo non siano rinnovate. Per cui non sempre la richiesta di cancellazione è necessaria.

    Comunque chi ha qualche dubbio sullo stato del suo immobile, prima di scrivere alla banca, potrà effettuare una visura on line. Infatti previa registrazione obbligatoria, è possibile consultare direttamente via internet la banca dati della conservatoria e ottenere una visura ipotecaria in tempo reale al costo di soli 9 euro.

1 2 3 4 8

Torna all'articolo