La Gerit mi voleva ipotecare tutto per 5mila euro di multe che non dovevo pagare

Ci sono cartelle pazze e cartelle che gridano vendetta: lo ha scoperto sulla propria pelle Luciano Brancaccio, 64 anni, impiegato di un'azienda editoriale, che alcune settimane fa ha ricevuto da Equitalia Gerit una diffida di pagamento ben oltre il limite dell'assurdo. La concessionaria per la riscossione dei tributi gli ha chiesto la bellezza di 5.065,30 euro sull'unghia, minacciando «azioni esecutive» e ricordando che c'è sempre un'arma atomica pronta all'uso: «La legge scrive minaccioso nella lettera l'agente della riscossione Rosario Liguori ci consente, tra l'altro, di iscrivere ipoteca sugli eventuali immobili di Sua proprietà e di procedere al pignoramento dei Suoi crediti presso il datore di lavoro».

Tanta spietata sicumera sarebbe quantomeno comprensibile se la Gerit fosse sicura di trovarsi di fronte a evasori degni di Al Capone. Ma il signor Brancaccio, dell'Alessandrino, ha prima capito e poi scoperto che «oltre il novanta per cento degli importi richiesti non sono dovuti». «Ma ovviamente racconta ho dovuto correre da un ufficio all'altro per dimostrare a questa gente che avevo ragione. Ditemi se non siamo ai limiti della tentata estorsione». Resta da capire perché la concessionaria, prima di spedire la diffida, non si sia accorta da sola che qualcosa non andava, visto che i dati del fascicolo sembrano chiari.

Il documento fa riferimento a quattordici presunti debiti. Il primo per una multa del 1995 (palesemente prescritta). Il secondo per un verbale del 1996 (anch’esso prescritto). «Poi racconta Brancaccio mi chiedono il recupero di alcune spese di giustizia per le quali ho pagato il condono e l'Ici tra il 1993 e il 1996. Tutta roba per cui ho ricevute, lettere, riscontri. Sono saltate fuori altre due contravvenzioni del 1999 e del 2000. Tutto pagato. E per fortuna che conservo i bollettini della posta. Dimenticavo: hanno infilato dentro anche un bollo del 1997 di una macchina cilindrata cinquemila che non ho mai avuto. Solo quello, tra interessi e mora, sono 1.621,82 euro. Si può dover diventare matti per cose che uno neppure conosce». Non si può, in teoria. Ma quando si minaccia l'ipoteca di una casa, tutto cambia.

«Alla Gerit protesta indignato Brancaccio non possono non essersi accorti che alcune voci, come le multe, erano prescritte. Mandarmi a chiedere i soldi così è un modo di provarci. Mi sono dovuto sobbarcare giri su giri per venire a capo di tutto. Sono corso alla Gerit sulla Colombo. In pratica mi hanno detto che non gliene frega niente: loro riscuotono e basta. Dovrò pure andare a Tarquinia: mi addossano il mancato versamento di una tassa sui rifiuti. Una ricevuta ce l'ho. Devo capire se sbagliano loro o sbaglio io».

Il pensionato da settimane (la diffida è del 19 settembre) fa il giro delle “Sette Chiese”. «All'Ufficio Contravvenzioni del Comune racconta hanno annullato tutti i verbali meno uno. Poi sono finito alla Gemma, la società che cura l'Ici. Hanno riconosciuto che ho pagato fino all'ultimo euro. Ora c'è il mega bollo. Ci ho messo di mezzo un'agenzia: non so neppure di chi sia l'auto. Mi chiedono un secondo bollo, 1998, e qui il veicolo era mio. Però avevo l'esenzione, perché mia madre, disabile, viveva con me. Tutto provato, tutto documentato. Ma loro, intanto, lanciano bombe da cinquemila euro e il cittadino impazzisce. Qualcuno fermi questa follia».

da Il Messaggero

20 ottobre 2008 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la gerit mi voleva ipotecare tutto per 5mila euro di multe che non dovevo pagare.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Simonetta Ciccioriccio 25 marzo 2010 at 12:45

    Vorrei sapere perchè devo pagare delle multe del 2004 mentre transitavo in Via Luisa di Savoia quando in quel periodo si poteva paasare per quella strada, anche perchè erano i vigili stessi che ci dicevano di passare. Grazie

    1 6 7 8