La nuova IUC: l'imposta sugli immobili » Il vademecum

La nuova IUC » Il vademecum

A partire dall'anno corrente, il 2014, deve essere corrisposta la nuova imposta unica comunale per gli immobili, denominata IUC. La tassa, che per lo più è un insieme di imposte, è fondata su due presupposti: possesso degli immobili e fruizione dei servizi comunali. La Iuc, infatti, è composta da: [ ... leggi tutto » ]

I regolamenti comunali della Iuc

Come accennato in premessa, le disposizioni della legge di stabilità devono essere completate dai regolamenti comunali che dovranno dettagliare l'applicazione della IUC e delle sue componenti IMU, TARI e TASI. I regolamenti, una volta adottati, devono essere comunicati telematicamente al Ministero dell'economia e finanze (MEF) per la pubblicazione sull'apposito [ ... leggi tutto » ]

La dichiarazione della Iuc

Come abbiamo detto la Iuc è una tassa composta, ma la dichiarazione che i soggetti passivi devono presentare dovrebbe essere univoca. Ciò dipende molto dai comuni, i quali possono differenziarla per tipo di tributo o prevederne una che raggruppa tutti e tre i tributi o solo due, generalmente Tari [ ... leggi tutto » ]

Imu

Ricordiamo, innanzitutto, che l’Imu non è dovuta sulle abitazioni principali non di lusso e su quelle a esse assimilate per legge o per regolamento comunale, come quelle in comodato ai parenti stretti. L'IMU va corrisposta su fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli ed è dovuta solo dal proprietario o [ ... leggi tutto » ]

La Tari

La TARI, ha sostituito la Tares, la quale ha avuto vita breve. La TARU è dovuta per finanziare il servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati. Va corrisposta su tutti gli immobili suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono esenti le superfici che producono rifiuti speciali e le aree [ ... leggi tutto » ]

La nuova tassa sui servizi indivisibili - TASI

La base imponibile della TASI, cioè la cifra sulla quale calcolare l’importo da versare, si determina, praticamente, con le stesse regole dell'Imu: moltiplicando la rendita catastale rivalutata per un coefficiente che, per le abitazioni civili è 160. si applica sui fabbricati, compresa l’abitazione principale, e sulle aree fabbricabili, così [ ... leggi tutto » ]