Istanza di sgravio e sospensione della riscossione per debiti di natura esattoriale

Come sappiamo, dopo la notifica di una cartella esattoriale, quando ad esempio, abbiamo già pagato l'importo richiesto, siamo in possesso di una sentenza che ci ha dato ragione o di uno sgravio dell'ente creditore e, comunque, in presenza di qualsiasi causa che rende non esigibile il credito, è possibile chiedere lo sgravio e la sospensione della riscossione.

L'istanza va presentata entro 90 giorni dalla notifica dell'atto, spiegando i motivi per cui non la pretesa è da considerarsi inesigibile ed allegando tutta la documentazione da cui origina il presunto diritto ad ottenere il provvedimento di sgravio e di sospensione della riscossione coattiva.

La procedura può essere anche attivata attraverso il servizio online di sospensione della la riscossione predisposto sul sito internet di Equitalia, oltre alle forme consuete di invio con raccomandata a/r.

Ricevuta la domanda completa di tutta la documentazione, Equitalia dovrebbe sospendere immediatamente l'attività di riscossione e chiedere una verifica all'ente creditore. Se entro 220 giorni l'istante non registra alcuna risposta da parte dall'ente creditore, le somme richieste non saranno più dovute.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su istanza di sgravio e sospensione della riscossione per debiti di natura esattoriale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.