ISEE con genitori non sposati e non conviventi

ISEE separati

Sono un libero professionista che da circa un anno non convive più ne con la figlia, ne con il padre che è operaio.

All'anagrafe risultano due stati di famiglia separati: io da sola in una regione e il mio ex compagno con la figlia in un altra regione e sulla base di questo abbiamo fatto 2 ISEE separati.

I miei quesiti sono principalmente due:

- E' corretto per mia figlia usare l'ISEE del padre in fase di iscrizione all'università per una riduzione delle tasse universitarie?

- Posso rinunciare completamente alle detrazioni fiscali per mia figlia lasciandola solo a carico del padre al 100%, ne gioverebbero sicuramente entrambi avendo io un reddito più alto.

Non c'è altra soluzione percorribile per l'ISEE

Non c'è altra soluzione percorribile per l'ISEEU. Sua figlia ed il padre formano il nucleo familiare con cui valutare il reddito per l'eventuale accesso ai benefici di legge.

Non può rinunciare alle detrazione per figlia a carico (concesse anche in assenza di convivenza) proprio perchè qualcuno se ne gioverebbe. Lo stato, se potesse parlare, direbbe appunto: Cà nusciuno è fesso ...

E' possibile, invece, che alle detrazioni rinunci il suo ex compagno riservandole al genitore con reddito più alto. Con questa opzione lo Stato non avrebbe nulla da dire (ma, ho ragione di temere che questa soluzione non stia bene a voi).

19 settembre 2012 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su isee con genitori non sposati e non conviventi.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.