Isee e calcolo del denaro contante nella dichiarazione

Ai fini isee occorre dichiarare tutti i beni mobili (denaro) risultanti in estratto conto al 31.12 di ogni anno?

Ai fini isee occorre dichiarare tutti i beni mobili (denaro) risultanti in estratto conto al 31.12 di ogni anno.

Ma supponendo che si sia in possesso di denaro liquido e non si ha l'intenzione di versarlo sul CC bancario, si deve dichiararlo o no visto che la legge dice di dichiarare i beni mobili presenti sul ec al 31.12?

Essendo lo scrivente intestatario di un prestito che vorrebbe estinguere a breve, provvedendo al prelievo di alcune somme dal proprio cc bancario prima del 31.12, ma successivamente ci ripensa e decide di non estinguere più il debito e riversa la somma precedentemente prelevata sullo stesso o altro cc a lui intestato, è obbligato a dichiarare la somma non più sul cc al 31.12 ma della quale ne è in possesso in banconota?

Ai fini ISEE non vanno dichiarate le somme di danaro custodite sotto al "materasso"

Ai fini ISEE non vanno dichiarate le somme di danaro custodite sotto al "materasso". Mi sembra un approccio realistico della legge, laddove riescono a far risultare redditi ISEE irrisori anche soggetti che sono effettivamente proprietari di yacth intestati a società off shore.

Se lei ha intenzione di saldare un debito, a meno che il debito non sia inferiore ai 1000 euro, non può farlo in contanti. Ma deve staccare un assegno non trasferibile.

27 settembre 2012 · Piero Ciottoli

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su isee e calcolo del denaro contante nella dichiarazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.