Ipoteche per importi inferiori ad 8 mila euro

Equitalia continua imperterrita a non cancellare le ipoteche per debiti di importo inferiore a 8.000 euro attivate prima delle nuove norme che ne hanno sancito l'illegittimità .

Per evitare uno strascico di contenziosi giudiziari con tempi giurassici e relativo intasamento degli stessi uffici giudiziari, visto anche che la società di riscossione non vuole sentire ragioni con sistemi bonari, ADUC ha inviato al ministero delle Finanze una richiesta di consulenza giuridica, così come previsto dalla circolare 99/2000.

L'illegittimità di questa vera e propria vessazione da parte di Equitalia ha diversi riscontri:

- sentenza di Cassazione a Sezioni Unite (4077/2010): ha stabilito il principio che l'iscrizione di ipoteca immobiliare soggiace al limite di 8.000 euro stabilito dalla legge per le azioni di espropriazione (articolo 76 del Dpr 602/73), in quanto "atto preordinato e strumentale" alle espropriazioni stesse;

- il presidente di Equitalia, Marco Cuccagna, a maggio di quest'anno si è pubblicamente impegnato per la cancellazione delle ipoteche già accese, preannunciando la disponibilità di modulistica ad hoc, assicurando anche la gratuità dell'operazione;

- la legge 73/2010 ha fatto propria l'interpretazione della Cassazione.

Nonostante questo, solo per fare alcuni esempi, società di riscossione del gruppo Equitalia, come Equitalia Cerit Spa di Firenze, Equitalia Gerit Spa di Roma nonchè la Serit Sicilia di Messina, rispondono negativamente alle domande di cancellazione.

In attesa della risposta del ministero, ADUC consiglia tutti i malcapitati a fare comunque opposizione a questi rifiuti.

Per fare una domanda agli esperti vai alforum

Per approfondimenti, accedi allesezioni tematiche del blog

1 dicembre 2010 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ipoteche per importi inferiori ad 8 mila euro.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.