ipoteca mutuo 2° grado

Vi espongo la situazione, ho ceduto lo scorso anno maggio 2010 le quote della mia società (ora sono un dipendente per-time) dove avevo come socio al 10% mia moglie (che ha un suo lavoro da dipendente) e lei invece le quote le ha cedute nel novembre 2009.

Sono rimaste però le firme sia mie che di mia moglie sul conto della società
(srl) ed ora la banca mi chiama e mi dice che c'è una sofferenza di circa 50.000 euro, e siccome su questa stessa banca mia moglie è intestataria del mutuo per la casa e ne ha ancora per 19 anni la banca mi dice che la società è in protesto e che si rivarranno sulla casa e il mutuo di mia moglie alchè io gli ho risposto che già loro hanno l'ipoteca di 1° grado e che quindi non sò cosa farci.

La mia domanda è in cosa possono aggredirci visto che è loro stessi hanno un'ipoteca di primo grado e che il mutuo ha un residuo ancora molto alto e per 19 anni?

Premetto che con uno stipendio e mezzo facciamo già fatica a pagare il mutuo( che ho sempre pagato regolarmente) e mangiare.

La banca potrebbe decidere di iscrivere ipoteca di secondo grado sull'immobile, e poi aspettare pazientemente, magari nel frattempo tentando il pignoramento di entrambi i Vostri stipendi.

Se siete stati contattati per pagare quei debiti, con ogni probabilità era già stato tentato il recupero sugli attuali soci della società, senza successo. E' comunque vero che, se doveste pagare Voi, successivamente potreste rivalerVi sui soci... anche se non dovete farVi false illusioni a riguardo (nel senso che molto probabilmente si saranno, o saranno già stati spogliati di ogni bene).

Vi conviene cercare un accordo bonario con la banca, magari - trovando un garante - potrebbe essere possibile la surroga dell'attuale mutuo includendovi il debito residuale per il conto corrente. Quale extrema ratio, valutate la vendita dell'immobile: è sempre preferibile all'ipotesi di un esproprio giudiziale.

25 marzo 2011 · Simone di Saintjust

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • MIOARA ELENA 25 agosto 2011 at 00:15

    Buona sera. Vorrei chiedere se potrei acceddere alla sospenssione del muto, avendo in corso un mutuo per la prima casa cointestato di 100 000 euro, ed il marito deceduto nel 2007, con una pensione di eredità di 1300 euro e 3 figlie, avendo già messo in vendita la casa con la previsione di estinguerelo. La ringrazio anticipatamente, per questa possibilità che ci donate!

    • Simone Saintjust 25 agosto 2011 at 11:16

      Mi spiace Mioara. Ma le condizioni non ci sono. A partire da gennaio 2010 lei non ha subito eventi luttuosi e non ha perso il posto di lavoro.