Ipoteca - Iscrizione di ipoteca legale, giudiziale e volontaria [Commento 18]

  • Anonimo 13 febbraio 2011 at 16:10

    Cara INDEBITATI.IT , ho un inquilino ( un locale affittato ad una pizzeria , una sas) che non mi paga il pigione da + di 2 anni.
    Il mio ex avvocato gli fece 1 anno fa, una intimazione allo sfratto.
    l'inquilino e riuscito a farsi cambiare il rito e farsi slittare l'udienza ad 1 anno.
    vorrei sapere :

    1)a distanza di 1 anno dalla notifica dell'intimazione allo sfratto, posso procedere alla sua trascrizione nei pubblici registri? ho copiato dalla vostra scheda questo periodo:
    Deve essere effettuata nel termine di 30 giorni dalla redazione degli atti o dalla pronunzia dei decreti, o dalla pubblicazione delle sentenze, presso la conservatoria dei registri della circoscrizione dove si trova il bene oggetto dell'atto.....

    cosa significa?? che non posso + trascrivere nulla, essendo passati + di 30 giorni??

    2) nella intimazione non c'è scritto che voglio rifarmi su QUELLA PRECISA CASA DEL MIO INQUILINO, quindi vi sarà una trascrizione di una richiesta di condanna a pagamento somma e sfratto...una cosa generica......se l'inquilino si vende la casa, posso oppormi alla vendità con una trascrizione generica, in cui il compratore non sapeva che io volevo rifarmi sulla cosa da lui comprata??

    3) si può trascrivere solo una citazione in giudizio ordinaria o una intimazione allo sfratto con richiesta di emissione di decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo?? le 2 forme di trascrizione avranno lo stesso valore di opponibilità a terzi??

    4)gli affittai il locale e lui accettò il locale come era ( grezzo, con i soli pavimenti a terra). ha diritto a chiedermi un indennizzo per i lavori effettuati? ( tramezzi, bagno, intonaci, pitture, forno a legna) e da precisare che in contratto stà solo scritto che lui si impegna a rendermi il locale a cessazione di attività nello stato in cui lo ha ricevuto, e che lo accetta nello stato in cui si trova. il 1592 c/c vale solo per migliorie ed addizioni lievi o vale anche quando il locale e stado ceduto al conduttore grezzo, anche se non c'è MAI stato un esplicito consenso ai lavori?

    5) il 1592 vale anche se il contratto si risolve prima della naturale scadenza per morosità?
    6) il 1592 vale anche se il LOCATORE, non poteva non sapere dei lavori in corso, essendo residente affianco al locale? anche se non ha mai dato esplicito consenso!!

    7) Non ho capito quando è che si prescrive il debito e quando si prescrive l'ipoteca.
    se il debito si estingue dopo 10 anni ( prescrizione decennale) , come fà l'ipoteca ( che è la garanzia sul debito) a prescriversi dopo 20?

    8)se NON interrompo la prescrizione del credito (10 anni), io al quindicesimo anno posso valermi dell'ipoteca per esigere di un diritto prescritto? sia nel caso che mi venga opposta o meno la prescrizone del debito?

    9) quindi io credo di aver capito che l'ipoteca comunque si prescrive con la prescrizione del credito,....allora perchè farla ventennale e non vincolarla alla prescrizione del titolo??

    aspetto vostre notizie...
    cordialmente
    LUIGI RAIMONDO

    • cocco bill 13 febbraio 2011 at 19:58

      Ciao Luigi. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

1 16 17 18 19

Torna all'articolo