Ipoteca » non si tratta di una espropriazione dell'immobile

Contrariamente a quanto spesso si dice, l'ipoteca non è in se per se un'espropriazione dell'immobile. Infatti, non è con l'iscrizione dell'ipoteca che viene avviata un'esecuzione forzata e la casa viene messa all'asta.

L'ipoteca è solo una causa legittima di prelazione: essa cioè consente al creditore che l'ha iscritta, qualora egli o altri creditori decidano di procedere alla vendita del bene ipotecato di essere preferito, rispetto a tutti gli altri creditori, nella distribuzione del denaro ricavato dalla vendita medesima.

Dunque, come già accennato, l'ipoteca è un diritto costituito su un immobile o su un bene mobile registrato a garanzia di un credito: il creditore che la iscrive ha quindi la possibilità , ma non l'obbligo, di espropriare il bene.

L'ipoteca, però, non toglie al proprietario la proprietà o il possesso dell'immobile, ma “vincola” il bene a garanzia del debito.

16 settembre 2013 · Andrea Ricciardi

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca