Cessione del credito ipotecario e surrogazione di ipoteca

La cessione del credito è un negozio giuridico bilaterale attraverso il quale il creditore cedente aliena ad un terzo, detto "cessionario", il proprio diritto di credito (a titolo oneroso o gratuito) anche senza il consenso del debitore, In ogni caso la cessione ha effetto nei confronti del debitore ceduto solo se gli è stata notificata oppure se questi l'ha accettata. Infatti, se il debitore ceduto paga quanto dovuto al cedente anziché al cessionario è comunque liberato dall'obbligazione, a meno che il cessionario non provi che il ceduto era a conoscenza dell'avvenuta cessione.

La cessione del credito ipotecario si deve annotare in margine all'iscrizione di ipoteca e la trasmissione o il vincolo dell'ipoteca non ha effetto finché l'annotazione non è stata eseguita. Quindi il cessionario ha l'onere di far annotare al PRA la cessione allo scopo di renderla apponibile ai terzi.

Una volta annotata la cessione, l'iscrizione di ipoteca non può essere cancellata senza il consenso del cessionario.

Con la surrogazione un terzo, attraverso il pagamento del debito, subentra nei diritti del creditore verso il debitore.
Si distinguono tre diversi tipi di surrogazione:

  1. Surrogazione per volontà del creditore: il creditore, ricevendo il pagamento da un terzo, può surrogarlo nei propri diritti, purché la surrogazione sia fatta in modo espresso e contemporaneamente al pagamento.
  2. Surrogazione per volontà del debitore: il debitore, prendendo a mutuo una somma di danaro o altra cosa fungibile al fine di pagare il debito, può surrogare il mutuate nei diritti del creditore, anche senza il consenso di questo.
  3. Surrogazione legale che opera dì diritto nei seguenti casi:
    1. a vantaggio di chi, essendo creditore, ancorché chirografario, paga un altro creditore che ha diritto di essergli preferito in ragione dei suoi privilegi I del suo pegno o delle sue ipoteche;
    2. a vantaggio di colui che, essendo tenuto con altri o per altri al pagamento del debito, aveva interesse di soddisfarlo (è il caso, ad esempio, del pagamento effettuato dal fideiussore;
    3. a vantaggio dell'erede con beneficio d'inventario, che paga con danaro proprio i debiti ereditari.

Anche la surrogazione si deve annotare in margine all'iscrizione di ipoteca e la trasmissione o il vincolo delì'ipoteca non ha effetto finché l'annotazione non è stata eseguita.

12 luglio 2015 · Ornella De Bellis

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cessione del credito ipotecario e surrogazione di ipoteca. Clicca qui.

Stai leggendo Cessione del credito ipotecario e surrogazione di ipoteca Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 12 luglio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 12 luglio 2015 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca