Io personalmente credo che uno di questi giorni aprirò il rubinetto del gas e buonanotte a tutti

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

disperazioneCiao a tutti, questa lettera rimane semplicemente un tentativo, l'ennesimo, di ricevere ascolto da qualcuno che possa sinceramente aiutare una persona in difficoltà. Partiamo dal problema.

La prima cosa che mi viene in mente è: problema soldi. Insomma anche questo mese non ho pagato l'affitto e chiaramente il proprietario vuole sbattermi fuori. Nulla di più normale direte voi, chissà quante persone hanno la stessa difficoltà. In questa casa non vivo da solo, ma con la mia compagna e un figlio di tre anni.

Ad oggi non ho un lavoro e da quando ho perso il posto due mesi fa non ho ricevuto alcuna offerta, ma proprio nessuna. Sono iscritto al collocamento, ho consegnato curricula ovunque, ma nulla.

Premetto che non pretendo di diventare direttore generale di Telecom o della Fiat, voglio solo lavorare. Ho trenta anni, una moglie e un figlio e non uno straccio di lavoro. Mia moglie lavora e guadagna circa 800 euro al mese... beh bastano solo per fare la spesa di un mese, pagare le bollette, mettere benzina.

Senza auto non lavorerebbe neanche lei. Da sei mesi vado in giro con un contrassegno assicurativo falsificato con photoshop, non posso permettermi di pagare l'assicurazione auto.

Ho dimenticato di dirvi che ovviamente sono laureato e specializzato, in marketing e comunicazione. Vista la mia età però non sono né un junior né un senior, solo un ibrido che non lavora.

Sentirsi dire che si è troppo preparati per lavorare in un supermercato o troppo grandi per cominciare un percorso professionale in una grande azienda aumenta il grado di frustrazione quotidiano.

Intanto i debiti sono triplicati nel giro di tre anni. Un prestito di mille euro per far nascere il bimbo, un altro di tremila qualche mese fa per pagare i primi mesi di affitto della nuova casa.

Adesso sono un cattivo pagatore inseguito dalle agenzie di recupero crediti. Mi sono rassegnato, tanto non posso pagare.

Adesso chiedo a voi tutti, che spero potrete leggere queste righe, se mi sapete dire di chi è la colpa o se dipende solo da circostanze negative. Io personalmente credo che uno di questi giorni aprirò il rubinetto del gas e buonanotte a tutti. Grazie

Francesco

12 giugno 2009 · Loredana Pavolini

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • antonio 22 novembre 2009 at 09:38

    ciao nn pagare più i debiti io ne ho 80000 mila se nn hai niente niente ti possono fare ciao.....

1 14 15 16