E' questa la ragione per cui ci battiamo per l'introduzione in italia di una legge che consenta il fallimento del debitore consumatore

Se la banca mi mette all'asta la casa comprata col mutuo e non riesce a recuperare tutto il capitale residuo da me dovuto mi può chiedere la differenza e se non ce l'ho?

Purtroppo caro Marco è proprio così .

E' questa la ragione per cui ci battiamo per l'introduzione in italia di una legge che consenta il fallimento del debitore consumatore (cioè il debitore non professionista).

Se non hai la differenza fra debito e quanto recuperato con la vendita all'asta, resterà una tua obbligazione vita natural durante. Cioè società di recupero che ti tampineranno con possibilità di future escussioni del debito.

Una storia infinita. Con il concordato e la procedura fallimentare, invece, tutto sarebbe finito con la vendita all'asta dell'immobile e di altri beni del debitore.

Una volta spogliato il debitore di ogni bene, lo si deve ancora perseguire domani, quando sarà riuscito a costruirsi una nuova vita senza debiti?

A me sembra una ingiustizia. Un accanimento che, fra l'altro, spinge il cittadino a delinquere.

Da Hai domande sui debiti? at indebitati.it

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

20 settembre 2010 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su e' questa la ragione per cui ci battiamo per l'introduzione in italia di una legge che consenta il fallimento del debitore consumatore.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • morgana 2 ottobre 2010 at 19:19

    Sono vittima di usura, avevo un'attività , la mia banca non mi ha concesso in alcun modo di rientrare con il mio debito mettendo la cassa all'asta. Il tribunale mi ha rifiutato il blocco giuidiziario dell'immobile, sono già state fatte 4 aste ovviamente andate a vuoto, l'importo è molto inferiore al debito con la banca, cosa succederà ? chi pagherà il resto? NON ho ancora fatto le dovute cessazioni, sono ancora in tempo a chiedere fallimento, visto che poi è la realtà ? il processo è stato fatto condatta a 2 anni.....e io con la mia famiglia abbiamo perso tutto...ditemi cosa posso fare per salvare almeno la casa...grazie

    • cocco bill 3 ottobre 2010 at 06:54

      Ciao Morgana. Il tuo quesito andrebbe riportato nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.