La nuova indennità di disoccupazione con requisiti ridotti

Indennità mensile di disoccupazione con requisiti ridotti - adesso si chiama mini aspi

tre giorniA far data da gennaio 2013, a tutti i lavoratori dipendenti, inclusi gli apprendisti e i soci lavoratori di cooperativa, che possano far valere almeno tredici settimane di contribuzione di attività lavorativa negli ultimi dodici mesi, per la quale siano stati versati o siano dovuti i contributi per l'assicurazione obbligatoria, è liquidata un'indennità di importo pari a quanto definito nella sezione "Quantificazione dell'indennità mensile di disoccupazione". L'indennità è corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione nell'ultimo anno, detratti i periodi di indennità eventualmente fruiti nel periodo.

Indennità di disoccupazione per collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla gestione separata INPS

A decorrere dall'anno 2013 è riconosciuta un'indennità mensile di disoccupazione ai co.co.co. iscritti in via esclusiva alla Gestione separata presso l'INPS i quali soddisfino in via congiunta le seguenti condizioni:

  1. abbiano operato, nel corso dell'anno precedente, in regime di monocommittenza;
  2. abbiano conseguito l'anno precedente un reddito lordo complessivo soggetto a imposizione fiscale non superiore al limite di 20.000 euro, annualmente rivalutato sulla base della variazione dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati intervenuta nell'anno precedente;
  3. con riguardo all'anno di riferimento sia accreditato, presso la predetta Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge numero 335 del 1995, un numero di mensilità non inferiore a uno;
  4. abbiano avuto un periodo di disoccupazione ai sensi dell'articolo 1, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 21 aprile 2000, numero 181, e successive modificazioni, ininterrotto di almeno due mesi nell'anno precedente;
  5. risultino accreditate nell'anno precedente almeno quattro mensilità presso la predetta Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge numero 335 del 1995.

L'indennità di disoccupazione sarà pari ad un importo del 5 per cento del minimale annuo di reddito moltiplicato per il minor numero tra le mensilità accreditate l'anno precedente e quelle non coperte da contribuzione. Tale importo sarà liquidato in un'unica soluzione se pari o inferiore a 1.000 euro, ovvero in importi mensili pari o inferiori a 1.000 euro se superiore.

1 agosto 2013 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita e briciole di pane

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la nuova indennità di disoccupazione con requisiti ridotti. Clicca qui.

Stai leggendo La nuova indennità di disoccupazione con requisiti ridotti Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 1 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti