Crif Centrali Rischi e cattivi pagatori - indagine conoscitiva

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Spesso ci domandiamo perchè un prestito ci viene negato. Certo, abbiamo ritardato il pagamento di alcune rate di un finanziamento un paio di anni fa, ma poi il debito è stato onorato. I signori del recupero crediti della finanziaria ci avevano assicurato che non erano partite segnalazioni verso le Centrali Rischi e che per un ritardo di qualche settimana non saremmo stati certamente classificati con l'infamante etichetta di cattivi pagatori.

Una pietosa bugia: ormai il nostro nominativo giace, codificato con un pugno di bit, in uno o più archivi informatici di questo Grande Fratello delle Centrali Rischi, che sorveglia attento ogni nostro debito e ci punisce impietosamente quando accade che non possiamo far fronte ad una scadenza. Quali sono le banche dati dove dobbiamo effettuare le visure per sapere come e perchè siamo stati segnalati? Quale il tempo che dovremo far passare prima di poter chiedere, a termini di legge, la cancellazione del nostro nominativo? E servirà poi a qualcosa, visto che in tanti affermano che esistono banche dati occulte dei cattivi pagatori nelle quali i dati personali che ci riguardano rimarranno registrati per tutta la nostra vita? A queste ed altre domande cercheremo di rispondere attraverso questa indagine conoscitiva sulla Crif ed in generale sulle Centrali Rischi, pubbliche e private, dei cattivi pagatori.

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC e Centrale Rischi Bankitalia - Differenze fra cattivi pagatori

Mentre nella Centrale Rischi Bankitalia la posizione del cattivo pagatore è inserita solo a protesto avvenuto, in CRIF i  dati dei cattivi pagatori sono visibili sin dall'inizio della sofferenza. La CRIF inoltre contiene dati concernenti  non solo  la delibera o l'erogazione di un mutuo ma anche la sua sola richiesta.

La CRIF è un circuito di informazioni delle esposizioni finanziarie gestito da una società privata. Esso non avendo carattere di obbligatorietà, contiene solo dati volontariamente comunicati dagli enti eroganti finanziamenti. Per l'utilità delle informazioni fruibili è comunque in genere molto aggiornata e completa. Essa contiene non solo le sofferenze intese come mancati pagamenti, ma anche la puntualità degli stessi [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC EXPERIAN e CTC - come assumere informazioni sulle proprie posizioni debitorie

Per Experian la procedura è identica. Cambia il sito che è questo.

Per CTC (Consorzio di Tutela del Credito), analoga procedura per l'accesso ai dati, la verifica di esistenza di una eventuale registrazione e la richiesta di cancellazione. Si procede on line anche con questa Centrale Rischi, seguendo le istruzioni indicate qui. [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CTC Consorzio per la Tutela del Credito - cattivi pagatori per ritardi nelle rate di finanziamento

I SIC, le ex “centrali rischi”, sono banche dati che raccolgono informazioni sui prestiti a persone fisiche e imprese. Queste informazioni provengono dalle banche e dalle società finanziarie.Il CTC gestisce una banca dati cosiddetta “negativa” che contiene esclusivamente dati riguardanti finanziamenti per cui vi sono, o vi sono stati, ritardi nei pagamenti.

CTC non raccoglie informazioni relative a protesti;aperture o richieste di finanziamento non seguite dalla concessione del prestito;rifiuti di finanziamento;bollette telefoniche, della luce, etc [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » Experian Credit Bureau - un sistema integrato per scovare il cattivo pagatore

Il Credit Bureau di Experian attivo in Italia da Dicembre 1995, è un sistema di archivi logicamente distinti, che consente di ottenere in tempo reale e con un'unica interrogazione informazioni utili a definire la posizione creditizia di una persona che richieda o abbia richiesto un credito, nel pieno rispetto delle norme che tutelano la riservatezza dei dati personali.

Il Bureau di Experian rappresenta uno strumento completo, costantemente aggiornato, per una valutazione accurata del comportamento creditizio del cliente finale. L'utilizzo di questo sistema permette alle aziende Utenti di erogare finanziamenti in maniera più informata e obiettiva, razionalizzando i processi operativi e rendendo più veloce l'erogazione del credito [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) privati per la gestione degli elenchi dei cattivi pagatori

BDCR C/O ASSILEA - ASSOCIAZIONE ITALIANA LEASING - Piazzale Ezio Tarantelli numero 100, 00144 Roma - Italia - telefono 06/9970361 - fax 06/45440739 - Dati positivi: delibere, contratti stipulati non in decorrenza, contratti in decorrenza, contratti estinti. Dati negativi: canoni non pagati, contratti con sinistri o furti, contratti in contenzioso, contratti scaduti e non riscattati. E' la banca dati presso la quale vengono memorizzati i contratti di leasing.

EURISC C/O CRIF S.P.A. - via Montebello 2/2, 40121 Bologna - Tel. 051 6458900 Fax 051 6458940 - Dati positivi: finanziamenti rateali (prestiti, mutui, leasing, cessione del quinto), non rateali (fidi di conto, finanziamenti di anticipo su effetti o finanziamenti all'import/ export), carte di credito (carte rateali e a saldo, affidamenti revolving) - Dati negativi: incaglio nei pagamenti, passaggio a sofferenza, passaggio a perdita, cessione a società di recupero crediti, rientro in bonis. Non contiene informazioni su cambiali o assegni protestati né informazioni da Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare (ex Conservatorie).

SIC C/O CTC (CONSORZIO PER LA TUTELA DEL CREDITO) - Viale Tunisia, 50, 20124 Milano tel. 02 66710229 - 02 66710235 - fax 02 67479250 [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - cancellazione dati cattivi pagatori

CRIF Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria - nota anche con l'acronimo EURISC - è una centrale rischi privata, gestita da CRIF una società che si occupa di ricevere informazioni - da parte delle società finanziarie - circa lo stato di pagamento dei finanziamenti erogati. Vengono registrate sia le informazioni positive (pagamenti corretti) che quelle negative (ritardi o mancati pagamenti delle rate) [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - cancellazione dei cattivi pagatori gratuita e senza intermediari

Le norme, previste dall'Autorità per la tutela della privacy in relazione alla cancellazione dei dati riferiti a contratti di finanziamento stipulati da un cattivo pagatore, sono molto chiare.

Quando si chiede un finanziamento bisogna attendere il tempo necessario all'istruttoria. Passati 180 giorni dalla data di richiesta del finanziamento, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF.

Dopo aver richiesto un finanziamento, se questo gli viene rifiutato, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 30 (trenta) giorni dalla data di notifica del rifiuto di finanziamento.

Dopo aver chiesto un finanziamento, se il cattivo pagatore ci ripensa e decide di rinunciare, può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 30 (trenta) dalla data in cui comunichi la tua rinuncia.

Quando ha pagato in ritardo una o due rate oppure una o  due mensilità di un rimborso di prestito, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 12 (dodici) mesi dalla data di regolarizzazione dei pagamenti.

Quando ha pagato in ritardo più di due rate o due mensilità di un rimborso di prestito, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 24 (ventiquattro) mesi dalla regolarizzazione del pagamento.

Quando non ha rimborsato il prestito ma è addivenuto successivamente ad un accordo transattivo (a saldo e stralcio) con la finanziaria che ha erogato il prestito o con una società di recupero crediti a cui il credito è stato ceduto, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 36 (trentasei) mesi dalla data di formalizzazione dell'accordo transattivo. In questo caso il cattivo pagatore deve ricordare sempre di farsi rilasciare una "liberatoria" dal soggetto con cui è stato formalizzato l'accordo transattivo: dovrà allegarlo all'istanza di cancellazione CRIF.

Quando non ha rimborsato il prestito e non è addivenuto ad alcun accordo transattivo (a saldo e stralcio) con la finanziaria che ha erogato il prestito o con una società di recupero crediti a cui il credito è stato ceduto, il cattivo pagatore può presentare istanza di cancellazione CRIF decorsi 36 (trentasei) mesi dalla data di scadenza del contratto di prestito.

Quando, non essendo cattivo pagatore, sei stato truffato, ossia quando qualcuno  ha ottenuto indebitamente un finanziamento a tuo nome, che è poi stato registrato al  CRIF, puoi inviare l'istanza di cancellazione CRIF allegando copia della denuncia presentata alle forze dell'ordine [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - cattivi pagatori eventi pregiudizievoli e diritto all'oblio

Nell'accezione comune con il termine  cattivo pagatore devono intendersi le seguenti tipologie di cattivo debitore.

Il soggetto moroso, vale a dire il cattivo pagatore non puntuale nel corrispondere l'importo delle  rate di un finanziamento (sia esso un prestito personale, un mutuo ipotecario, o un affidamento legato alla carta revolving, ecc...) secondo le scadenze previste.

Il soggetto incagliato ossia il cattivo pagatore che, trovandosi in difficoltà momentanee, è costretto a sospendere i pagamenti per un limitato periodo di tempo, manifestando la volontà, (ed essendo giudicato in grado)  di soddisfare comunque il creditore.

Il soggetto inadempiente, ossia il cattivo pagatore il cui comportamento si sostanzia in pratiche dilatorie finalizzate unicamente a differire nel tempo  l'attivazione delle procedure giudiziali per il recupero coattivo del credito.

Il soggetto insolvente cioè il cattivo pagatore che si trova nell'incapacità conclamata di assolvere alla obbligazione assunta, anche attraverso azioni giudiziali di tipo coattivo (pignoramento mobiliare ed immobiliare).

Il soggetto protestato ovvero il cattivo pagatore che ha emesso assegni o cambiali che una volta presentati all'incasso si rivelano privi di copertura per la somma indicata nel titolo di credito; il soggetto revocato, vale a dire il cattivo pagatore che ha subito un provvedimento di revoca del libretto di assegni (assegni a vuoto), della carta di credito o del bancomat (utilizzo  della carta senza disporre dei fondi necessari).

Il soggetto fallito, cioè a dire il cattivo pagatore che è stato oggetto, di una sentenza di fallimento.

Il soggetto pignorato, cioè il cattivo pagatore che è stato interessato da una azione esecutiva di pignoramento mobiliare o immobiliare [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria

Fra i SIC privati assume una importanza rilevante la crif (Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria), nota anche come EURISC. La crif gestisce un archivio dati privato (EURISC appunto)  a cui aderiscono le principali banche italiane.

La crif è specializzata nella realizzazione e gestione di sistemi di referenziazione del credito, anche noti semplicemente come elenchi dei cattivi pagatori [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - cosa è e come funziona questo archivio dei cattivi pagatori

CRIF è un Sistema di Informazioni Creditizie (SIC). Un sistema di informazioni creditizie (SIC) positivo e negativo, o Centrale Rischi, o archivio dei cattivi pagatori, non è altro che un archivio informatico in cui sono raccolti i dati sui finanziamenti richiesti ed erogati a privati e imprese da banche e società finanziarie.

Si tratta di finanziamenti richiesti per l'acquisto di un bene, di una casa, per la propria attività professionale o ottenuti a titolo personale [continua]

CRIF Centrali Rischi e cattivi pagatori » CRIF EURISC - domande e risposte per cattivi pagatori

Quando vengono inseriti i miei dati in CRIF EURISC?

La comunicazione dei suoi dati in CRIF EURISC può avvenire in tre distinti momenti:se l'ente partecipante desidera consultare i suoi dati per l'istruttoria relativa alla sua richiesta di finanziamento (nel caso lei abbia prestato il consenso al trattamento dei suoi dati personali) al momento dell'accoglimento della sua richiesta di finanziamento, se lei ha prestato il consenso al trattamento dei suoi dati personali. Il consenso è richiesto solo per le persone fisiche, mentre non è richiesto per trattare i dati relativi allo svolgimento di attività economiche di società, imprenditori individuali e liberi professionisti. Le informazioni vengono aggiornate su base mensile con i dati relativi all'andamento dei rimborsi. nel caso in cui Lei non fornisca il consenso al trattamento dei dati personali ma si verifichino irregolarità di pagamento nel rimborso del finanziamento (cosiddetti “negativi”).

È vero che CRIF decide se erogare o rifiutare i finanziamenti?

Non è vero: CRIF fornisce informazioni creditizie agli enti partecipanti a cui lei richiede un finanziamento, ma non esprime giudizi di merito, né approva o rifiuta le sue richieste di finanziamento. Sono gli enti partecipanti stessi che, sulla base delle informazioni raccolte pressoCRIF e altri fornitori, decidono in merito all'accoglimento della sua richiesta, peraltro sempre in base alle proprie politiche di credito, che sono differenziate da un ente partecipante all'altro [continua]

Per fare una domanda agli esperti su CRIF, Centrali Rischi e cattivi pagatori vai alforum

29 aprile 2011 · Ornella De Bellis

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.