Imu e usufrutto

Ho concesso l'unità abitativa di cui sono proprietario a mio figlio, costituendo a suo favore un diritto reale d'uso. Mio figlio abita e risiede nella casa di cui risulta usufruttuario. Chi dei due è obbligato al pagamento dell'MU e soprattutto. l'obbligato al pagamento dell'IMU potrà fruire dell'aliquota ridotta e delle altre agevolazioni previste per l'abitazione principale?

L'usufruttuario è titolare di un diritto reale di utilizzo del bene immobile. Il soggetto passivo tenuto al pagamento dell'IMU per l'unità abitativa sarà pertanto suo figlio. Per suo figlio, l'abitazione in usufrutto, nella quale dimora abitualmente e risiede anagraficamente, potrà essere considerata come principale ai fini IMU. In conseguenza suo figlio avrà diritto a fruire dell'aliquota ridotta della detrazione base di 200 euro e della ulteriore detrazione prevista per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni ( purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale).

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su imu e usufrutto. Clicca qui.

Stai leggendo Imu e usufrutto Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 19 maggio 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria iuc tarsu tia imu tasi service tax e altri tributi locali Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info