Il servizio svolto dagli autisti associati a UBER POP è equivalente a quello dei taxi, ma è svolto senza vincoli

I giudici meneghini, inoltre, rilevano che non è possibile escludere che il servizio svolto da UBER POP possa essere equiparato a quello del servizio taxi in base alla circostanza che gli autisti associati ad UBER POP non siano vincolati a turni obbligatori ed all'onere di accettare tutte le richieste di trasporto ad essi rivolte dagli utenti.

In effetti tale tesi appare paradossale, ove si osservi che detti obblighi cui sono soggetti i titolari di licenza per servizio taxi costituiscono contropartita del fatto che il settore sia ad accesso regolato (numero di licenze predeterminate) e sono funzionali proprio al soddisfacimento dell'interesse pubblico a che l'utenza possa contare su di un servizio anche in periodi ed orari in cui la domanda è meno intensa.

Proprio il fatto di non essere titolari di licenza consente lo svolgimento del servizio evitando di essere soggetti agli oneri di legge, che tuttavia risultano di fatto fondanti la scelta legislativa di assoggettare tale specifico settore di attività di trasporto ad una regolamentazione amministrativa.

Né appare idonea a determinare una effettiva separazione dell'ambito dei consumatori di riferimento l'affermazione difensiva circa la destinazione di UBER POP a soggetti che non utilizzerebbero in nessun caso il servizio taxi.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il servizio svolto dagli autisti associati a uber pop è equivalente a quello dei taxi, ma è svolto senza vincoli .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.