Decadenza dai termini di rateizzazione del mutuo

Il ripetersi di ritardi, o addirittura di definitivi mancati pagamenti delle rate, conduce alla decadenza dai termini di rateizzazione o alla risoluzione del contratto per inadempimento, con conseguente obbligo di restituzione immediata dell'intero capitale e di tutti gli oneri accessori maturati: la mancata restituzione apre la strada al recupero coattivo del credito, mediante le procedure giudiziarie esecutive, con i relativi costi a carico del debitore, che comportano la vendita forzata dell'immobile concesso in ipoteca.

Più precisamente due elementi sono necessari perché si verifichi la mora:

  • l'imputabilità del ritardo al debitore, cioè la colpevolezza dello stesso;
  • la “costituzione in mora”, ossia un atto formale, scritto, comunicato al debitore con il quale il creditore (la società che ha erogato il mutuo) richiede al debitore l'adempimento della prestazione (cioè il pagamento). La costituzione in mora vale anche ad interrompere la prescrizione.

L'ente che ha erogato un mutuo può invocare, come causa di risoluzione del contratto, il ritardato pagamento della rata quando il ritardo si sia verificato per almeno sette volte, anche non consecutive.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su decadenza dai termini di rateizzazione del mutuo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • manuela 20 giugno 2011 at 22:56

    ho una domanda, il mio mutuo ha scadenza il 31/05 ed il 30/11 di ogni anno, quando arriva l'avviso c'è scritto sempre che può essere pagato entro qualche giorno, ad esempio questa volta c'era scritto entro il 05/06/2011, che era domenica, io ho pagato la rata il 06 che era lunedì in banca (anche perchè io ho i soldi da parte alla posta e in quella settimana non funzionava nulla alla posta e l'unicredit non mi permette di fare bonifici o mav per pagare il mutuo). E' possibile che possa essere segnalata al Crif?
    il giorno 5 era un festivo ed io ho pagato tutto anche 2,52 euro di interessi che mi ha chiesto l'impiegata della banca! Mi sapreste dare una risposta?
    grazie

    • dott. Emanuele Perrotta 21 giugno 2011 at 00:30

      Ciao Manuela. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.