Cosa è il sovraindebitamento

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Ad oggi la definizione di “sovraindebitamento” non è univoca, in quanto i confini tra indebitamento e sovraindebitamento non sono sempre di facile demarcazione. Per lo più si preferisce ricorrere ad una definizione di sovraindebitamento che lo fissa come: "Ogni situazione di indebitamento (inteso in senso lato, comprendendo sia passività finanziarie, sia obbligazioni di pagamento di altra natura) insostituibile in relazione al livello del reddito corrente ed alle integrazioni eventualmente possibili, dalla ragionevole liquidazione del patrimonio disponibile”. Semplificando, rientrano nella categoria di sovraindebitati tutti quegli individui o famiglie, che si trovano in una situazione di deficit economico in quanto il loro bilancio fa registrare uscite superiori alle entrate, queste ultime di qualsiasi natura esse siano o da qualsiasi fonte esse provengano, comprendendo in esse sia i redditi da lavoro, sia le rendite provenienti dall'alienazione di beni familiari mobili ed immobili.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.