Pubblicazione sul “bollettino” dei protesti

Le camere di commercio devono protocollare gli elenchi ricevuti e pubblicarne i dati entro 10 giorni dalla loro ricezione. La pubblicazione avviene tramite iscrizione dei protesti in un apposito archivio informatizzato, comunemente detto il bollettino dei protesti.

Le notizie dei protesti vengono conservate per cinque anni dal momento della loro iscrizione.

Le iscrizioni possono essere modificate, sospese o annullate per diverse ragioni, ovvero in caso di pagamento della cambiale protestata entro un anno dalla data di levata, in caso di riabilitazione (di un protesto che riguarda un assegno o una cambiale pagata dopo l'anno) nonchè , ovviamente, in caso di protesto levato illegittimamente o erroneamente.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pubblicazione sul “bollettino” dei protesti. Clicca qui.

Stai leggendo Pubblicazione sul “bollettino” dei protesti Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 17 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria protesto cambiali - approfondimenti ed integrazioni . Inserito nella sezione protesti e protestati Numero di commenti e domande: 3

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3

Contenuti suggeriti da Google

Altre info