PIGNORAMENTO IMMOBILIARE

Si esegue mediante notifica al debitore e successiva trascrizione nei registri immobiliari di un atto contenente l'esatta descrizione dell'immobile e l'ingiunzione al debitore di non compiere atti dispositivi.

Insieme al bene immobile possono essere pignorati anche i mobili in esso contenuti, quando appaia opportuno che l'espropriazione avvenga unitamente. A custodia dei beni viene normalmente nominato il debitore, ma su richiesta di un creditore il giudice può anche nominare persona diversa.

Ciò avviene comunque nel caso in cui il debitore non occupi l'immobile.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • pinco 16 gennaio 2012 at 08:32

    Salve, grazie per la precisazione.

    Ma il pignoramento può avvenire anche se il creditore non sono io (persona fisica) ma è la società srl della quale io sono l'amministratore .
    Può essere comunque pignorato?

    • Ludmilla Karadzic 16 gennaio 2012 at 09:54

      Il soggetto giuridico debitore dell'avvocato è una società che è anche in credito di importi al momento disponibili presso terzi. Il discorso non cambia.

    • pinco 16 gennaio 2012 at 10:01

      no, mi sono spiegato male.
      Il soggetto debitore dell'avvocato sono io come persona fisica, mentre il soggetto che vanta dei crediti è la società .
      In questo caso i crediti vantati dalla società possono essere pignorati?

    • Ludmilla Karadzic 16 gennaio 2012 at 10:06

      Allora per adesso l'avvocato può escutere solo lei e non la srl.

    • pinco 16 gennaio 2012 at 10:23

      Grazie per il chiarimento.

    1 14 15 16