Equitalia - Stop al pignoramento del conto corrente per redditi inferiori a 5 mila euro [Commento 8]

  • petra pruteanu 20 maggio 2013 at 09:41

    Buongiorno, il mio cognato ha un processo di pignoramento presso terzi in corso lui non ha più soldi nei suoi conti e non si è mai presentato alle varie udienze perché lavora fuori Italia, noi abbiamo la stessa residenza, non ho mai garantito per lui e non abbiamo conti in comune, so che c'è il pericolo di pignoramento dei beni che sono in casa, vorrei sapere se è in pericolo il mio conto corrente su cui ho dei soldi dalla disoccupazione io non lavoro adesso oppure il mio conto di risparmi, possono chiedere a me dei soldi se non lo trovano ? grazie !

    • Ludmilla Karadzic 20 maggio 2013 at 10:09

      Il pignoramento dei beni nel luogo dove ha la residenza il debitore si può effettuare solo perché il nostro codice civile prevede quella che si indica come "presunzione legale di proprietà". Cioè, si presume che tutti gli arredi, gli elettrodomestici, gli impianti e i complementi d'arredo siano di proprietà del debitore, a meno che il terzo effettivo proprietario non riesca poi a dimostrare (con fatture d'acquisto o anche testimonianze) che la presunzione è errata.

      Questo è quanto. La presunzione legale di proprietà, tuttavia, non si estende a considerare che siano del debitore anche i conti correnti intestati ai conviventi del debitore. Insomma, il conto corrente del convivente, non cointestato anche al debitore, non può essere pignorato per i debiti del debitore.

1 6 7 8 9

Torna all'articolo