Il Parlamento della vergogna e i suoi 161 voltagabbana

Record assoluto. Il Parlamento più impresentabile della storia repubblicana passerà alla storia anche per un altro altissimo guinness: quello dei cambi di casacca. 161 transfughi in 4 anni, alcuni per convinzione, molti altri per interesse, deputati che hanno cambiato 2, 3, 4, 5 volte gruppo o partito, e la legislatura non è ancora finita. Lo stupro dell'assenza di vincolo di mandato, alla faccia dei padri costituenti.

Qualche esempio. C'è l'Onorevole Antonio Razzi: "Mi tentano, ma io resisto, vogliono pagarmi il mutuo, ma ho una faccia sola e voglio restare con Di Pietro, fino alla morte. Chi glielo va a dire ai miei elettori poi che sono stato comprato da un altro partito?". Dopo pochi mesi eccolo con Berlusconi, giusto in tempo per salvarlo dalla sfiducia: "Di meglio del Cavaliere non ce n'é".

Nell'elenco compare anche il buon vecchio Massimo Calearo, quello che "In Parlamento non ci vado più, è un lavoro usurante, e con lo stipendio mi ci pago il mutuo". Il percorso: Pd, Api, Misto, Popolo e Territorio. Non male anche lo slalom di Paolo Guzzanti, nell'ordine: Pdl, Misto, Noi Sud, Misto, Popolo e Territorio, Misto, Iniziativa Liberale.

C'è Domenico Scilipoti, il deputato-simbolo dell'ultima, tragica fase berlusconiana. C'è Luca Bellotti, che lasciava il Pdl per Fli: "Chiedo a Fini di fare come Mosè, portaci fuori dalle acque, basta padroni, portaci verso il futuro!". Ed in men che non si dica rieccolo con B., premiato con un sottosegretariato: "E' l'ora della responsabilità". Non poteva naturalmente mancare Luca Barbareschi, dal Pdl a Fli: "Per me il partito di Fini dev'essere un Fronte di Liberazione Nazionale, aderisco a Fli con lo stesso spirito con cui mio padre ha combattuto tra i Partigiani bianchi del Cln". E dopo una sospetta, allucinante serie di smentite e controsmentite, eccolo nel gruppo Misto a supportare Berlusconi: "Il Cavaliere mi ha ringraziato per la coerenza".

161 nomi, eccoli, tutti.  

Da AGORAVOX

12 agosto 2012 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il parlamento della vergogna e i suoi 161 voltagabbana.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.