Il mutuo assistito da garanzia - La fideiussione prestata dal genitore del mutuatario

Mio figlio sta  stipulando un mutuo per l'acquisto della prima casa ed in banca gli hanno chiesto un garante. Domanda:  non basta l'ipoteca sulla casa come garanzia? Nel caso mi offrissi io come garante, a cosa vado incontro?

Grazie dell'attenzione, Manuel

Non sarà certo come acquistare direttamente la casa per il figlio, ma offrirsi come garante nella stipulazione di un mutuo può risultare ugualmente un aiuto prezioso, a volte addirittura decisivo. Senza l'intervento del genitore (o di un altro parente), ottenere un finanziamento dalla banca è infatti impresa difficile per un giovane impiegato con un contratto a termine o una busta paga non ancora in grado di sopportare rate elevate.

Anche se non esiste alcuna norma che renda obbligatoria la presenza di una garanzia, e l'ipoteca dovrebbe di per sé essere sufficiente a tutelare l'istituto che concede il credito, di fatto il fenomeno è tutt'altro che irrilevante e in continua ascesa nel nostro Paese. I finanziamenti assistiti da garanzie di terzi risultano essere  il 20-25% del totale e nella maggior parte dei casi i garanti sono i genitori o comunque famigliari.

La garanzia fornita dal terzo è dal punto di vista giuridico una fideiussione e obbliga il titolare a rispondere in solido con il mutuatario nei confronti della banca. Quest'ultima, nel momento in cui il figlio non fosse in grado di onorare la rata, avrebbe il diritto di rivalersi anche sul genitore-garante.

Si tratta, dunque, di un impegno da non prendere con superficialità, anche perché si corre il rischio di doversi far carico dell'importo residuo del mutuo.

Non tutti sono necessariamente in possesso dei requisiti validi per prestare la fideiussione e anche la figura del futuro garante viene attentamente vagliata dalle banche.

Il  reddito disponibile del garante,  sommato a quello del mutuatario deve essere sufficiente a far fronte alla rata. Ma le banche fanno attenzione anche al numero delle fideiussioni già prestate e all'età: in genere chi fornisce la garanzia non dovrà superare i 75-80 anni nel momento in cui l'obbligo viene a cessare.

Infine, la durata della garanzia è a volte più breve di quella del finanziamento. In genere viene chiesta  una fideiussione con una durata pari a un terzo rispetto a quella del mutuo, e comunque non superiore ai 10 anni. In fondo, il periodo più critico nel quale si rischia l'insolvenza sono i primi anni. Dopo, almeno in teoria, gli aumenti di stipendio dovrebbero consentire ai giovani di rendere più leggero il peso della rata.

.

Per porre una domanda sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti in tema di mutuo ipotecario, nonché su tutti gli argomenti correlati a questo articolo, clicca qui.

3 marzo 2009 · Antonio Scognamiglio

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il mutuo assistito da garanzia - la fideiussione prestata dal genitore del mutuatario.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • alessandro 28 marzo 2011 at 12:02

    io sto facendo da garante o fideiussore per i miei genitori,
    semplici domande, con uno stipendio di 1300 euro ma non ancora indeterminato, accettano la mia fideiussione?
    ancora più importante è vero che dopo 6 mesi potrò anche essere svincolato da questo obbligo? quali possibilità ho di riuscirci?
    grazio spero di ricevere a breve una risp perchè il tutto è molto imminente,tra due giorni mi potrei trovare a dover firmare!
    grazie

    • cocco bill 28 marzo 2011 at 12:57

      Ciao Alessandro. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2 3