Torna in carcere "ò mariuolo", simbolo di un'italia che "mani pulite" non riuscì a cambiare

... a volte ritornano ...
a volte ritornano ...

Torna in carcere uno dei nomi-simbolo di Tangentopoli. Mario Chiesa, l'uomo da cui partirono le inchieste, è uno dei dieci destinatari dei provvedimenti restrittivi emessi dalla magistratura di Orio al Serio per un vasto traffico di rifiuti. Chiesa, 65 anni, è considerato dagli inquirenti il collettore delle tangenti nella gestione del traffico illecito di rifiuti.

L'ex presidente del Pio Albergo Trivulzio è fortemente legato all'inchiesta Mani Pulite: è con il suo arresto, avvenuto il 17 gennaio 1992, fatto in flagranza di reato subito dopo avere intascato una busta con sette milioni di lire, una rata di quella che doveva essere la tangente per concedere l'appalto a una impresa di pulizia, che è iniziata la più nota inchiesta di Tangentopoli. Con l'arresto di Chiesa emerse un vasto retroscena di concussione e corruzioni a largo raggio che ha poi coinvolti numerosi esponenti della politica, della finanza e dell'imprenditoria.

31 marzo 2009 · Patrizio Oliva

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su torna in carcere "ò mariuolo", simbolo di un'italia che "mani pulite" non riuscì a cambiare. Clicca qui.

Stai leggendo Torna in carcere "ò mariuolo", simbolo di un'italia che "mani pulite" non riuscì a cambiare Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 31 marzo 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info