Usura – il fondo antiusura ADICONSUM e lo sportello famiglia

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

A chi si rivolge il Fondo e come fare la richiesta

Il Fondo di prevenzione usura gestito da Adiconsum opera a livello nazionale, e tutti gli interessati possono contattare direttamente alla sede nazionale di Adiconsum.

Il Fondo si rivolge esclusivamente alle famiglie, non imprese, che si trovano in situazioni di difficoltà economica (sovraindebitamento) e che per questa difficoltà non sono più in grado di coprire con le loro entrate mensili tutte le spese necessarie per il sostentamento del nucleo familiare (vitto, fitto, rata del mutuo, bollette, spese sanitarie, ecc.).

Per accedere al Fondo e poter ottenere garanzie, il Ministero del Tesoro ha individuato alcuni criteri guida che dovranno seguire i garanti per valutare la meritevolezza del richiedente.

La valutazione delle richieste, la selezione e l'istruttoria delle pratiche saranno curate dal Fondo antiusura Adiconsum impegnato da anni, anche attraverso lo “Sportello Famiglia”, nelle prevenzione, la lotta all'usura, al sovra indebitamento e per l'utilizzo responsabile del denaro.

I prestiti personali verranno erogati da Fiditalia secondo i criteri e le modalità di accesso adottati dal Regolamento attuativo stabilito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Tra le condizioni di accesso al Fondo:

  1. effettivo stato di bisogno del richiedente e serietà della ragione dell'indebitamento
  2. capacità di rimborso del finanziamento concesso
  3. entità dell'indebitamento non superiore a 26.000 euro (escludendo il mutuo casa se in regola con i pagamenti delle rate)
  4. sottoscrizione del debito per esigenze personali, e non per conto di esigenze d'impresa.

Se volete mettervi in contatto diretto con ADICONSUM per avere ulteriori informazioni potrete farlo scrivendo una lettera a: Adiconsum Via Lancisi numero 25 - 00161 Roma, oppure chiamando il numero telefonico 06 44 17 02 38/7 dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 10-13, o, anche* inviando un fax al numero 06.44 17 02 30.

Il contatto può essere stabilito anche via email, inviando comunicazioni all'indirizzo di posta elettronica: prevenzioneusura@adiconsum.it

Non appena avrete ricevuto tutte le necessarie informazioni da parte degli operatori ADICONSUM, e una volta stabilita la presenza dei requisiti necessari per accedere al Fondo, potrete presentare la domanda per l'ottenimento della garanzia.

Il Comitato

E' una commissione presieduta da un Presidente e da una serie di esperti che vantano competenze specifiche nelle materie, finanziarie, giuridiche e sociali.

Il Comitato una volta valutata la presenza o meno dei requisiti delibera la concessione o la mancata concessione della garanzia utile per l'attivazione del finanziamento.

La risposta del Comitato viene fornita tramite lettera raccomandata.

Contemporaneamente il Comitato invia una comunicazione scritta (con allegata documentazione) alla banca convenzionata, che dopo un ulteriore esame della richiesta, concede il prestito alle condizioni previste dalla convenzione stipulata tra il Fondo e la banca.

Lo Sportello Famiglia

Lo Sportello Famiglia, fornisce consulenza e supporto psicologico gratuito, per un massimo di 10 incontri, alle famiglie sovraindebitate che presentano domanda di accesso al fondo di prevenzione usura gestito da Adiconsum.

Per le famiglie o gli utenti fuori sede, lo sportello provvede, oltre all'accoglimento e alla ridefinizione della richiesta di aiuto, anche all'accompagnamento e all'invio delle stesse presso strutture pubbliche del territorio di residenza, in particolar modo presso specialisti o strutture che possano adeguatamente rispondere alle particolari esigenze dell'utenza.

Per accedere al servizio è sufficiente:

  1. presentare la domanda di accesso al fondo di prevenzione usura
  2. telefonare per prendere appuntamento

Dopo aver ricevuto la richiesta di accesso al fondo, sarà dato avvito agli incontri di consulenza che si svolgeranno presso la sede nazionale di Adiconsum, o tramite colloqui telefonici per quanti, essendo fuori sede, debbano essere inviati presso strutture pubbliche del territorio di residenza.

Il percorso di consulenza psicologica non influenza in alcun modo l'esito della domanda di accesso al fondo presentata presso Adiconsum e sarà portato a termine indipendentemente dall'eventuale esito negativo della stessa.

 

20 maggio 2008 · Antonio Scognamiglio

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • augusto 31 marzo 2011 at 22:09

    più che commentare, vorrei esporre ilmio dilemma.
    sono proprietatio di un immobile commerciale delvalore di € 360000
    di un appartamento di 110 metri quadri, m ia moglie ha un appartamento uguale al mio.
    ebbene non riesco ad avere un mutuo, o prestito, o qualsiasi altra cosa che mi permetta di pagare l'equitalia, circa 45000 e
    sono socio da un mese di una pizzeria che funziona bene.
    ma visto che non ho ancora un 740 o una busta paga, nessuno mi das'credito.
    come devo fare?
    darei tutto in garanzia per 70 000 euro.
    posso pagare tranquillamente le rate, in quanto ho una rendita dimostrabile di 1100 € mensile.
    qualcuno può aiutarmi?

    non vivo più pensando all'equitalia

    • cocco bill 1 aprile 2011 at 05:50

      Ciao Augusto. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "cartelle esattoriali" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    • Anonimo 12 maggio 2011 at 22:45

      tu non vivi più... io ho un debito con l'equitalia di 200 mila euro e non riesco a pagare, qualcuno sa come accedere ai fondi anti indebitamento?

    • cocco bill 14 maggio 2011 at 21:36

      Ciao Anonimo. Il quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti e sovraindebitamento" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2 3 4