Fallimento ed esdebitazione - soluzione al sovraindebitamento

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Definizione di sovraindebitamento

Ad oggi non esiste una definizione universalmente accettata né è dato rinvenire una nozione giuridica di sovraindebitamento, come lo si debba misurare, quando ricorra e dove tracciare la linea di confine tra normale ed eccessivo indebitamento per una famiglia. Tuttavia, è possibile rinvenire una situazione di tal genere ogni [ ... leggi tutto » ]

Il fallimento personale negli Stati Uniti

Negli Usa il privato cittadino che non riesce più a pagare le rate dei propri debiti può chiedere al tribunale di vendere le proprie proprietà e distribuire il ricavato ai creditori, in modo da ottenere la possibilità di ricostituire un merito di credito. Si tratta di una sorta di [ ... leggi tutto » ]

E chi, sano di mente, le offre di indebitarsi di nuovo? Le banche USA

I falliti personali (oltre due milioni in USA solo quest’anno) sono ritenuti dai banchieri i migliori clienti, da indebitare di nuovo a basso rischio, perché la nuova legge sul debito privato, entrata in vigore ad ottobre 2005, li obbliga a non dichiarare fallimento per i prossimi 8 anni. Soprattutto [ ... leggi tutto » ]

Ma cosa è un concordato con i creditori?

Per concordato con i creditori si intende il piano di ristrutturazione dei debiti che deve essere approvato dal debitore e dai suoi principali creditori almeno il 70% dei creditori che rappresenti i 3/4 dell'ammontare complessivo dei crediti. In ogni caso per valutare se sussistono i presupposti per accedere alla [ ... leggi tutto » ]

La esdebitazione

In sintesi ADICONSUM propone per il consumatore sovraindebitato un piano di ristrutturazione dei debiti che deve essere approvato dal debitore e dai suoi principali creditori (almeno il 70% dei creditori che rappresenti i 3/4 dell'ammontare complessivo dei crediti). E prevede altresì la cancellazione dei debiti (esdebitazione) ovvero la liberazione [ ... leggi tutto » ]