Definizione di sovraindebitamento

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Ad oggi non esiste una definizione universalmente accettata né è dato rinvenire una nozione giuridica di sovraindebitamento, come lo si debba misurare, quando ricorra e dove tracciare la linea di confine tra normale ed eccessivo indebitamento per una famiglia. Tuttavia, è possibile rinvenire una situazione di tal genere ogni qualvolta ricorra l'impossibilità manifesta per il debitore di far fronte all'insieme dei propri debiti non professionali.

Più precisamente per sovraidebitamento deve intendersi una situazione di difficoltà finanziaria non temporanea, ma permanente, ad adempiere alle obbligazioni assunte facendo ricorso ai redditi ed ai propri beni mobili ed immobili; per insolvenza della persona fisica si intende l'incapacità a far fronte regolarmente alle proprie obbligazioni, purché si tratti di debiti contratti per esigenze diverse da quelle attinenti all'attività lavorativa svolta.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3