Il divorzio dei Comuni da Equitalia non sarà un affare per i cittadini [Commento 5]

  • Ludmilla Karadzic 21 agosto 2013 at 12:23

    Prorogate fino al 31 dicembre 2013 tutte le scadenze legate alla riscossione locale. I Comuni, quindi, potranno continuare a utilizzare Equitalia non solo per raccogliere i tributi, ma anche per le multe e le altre entrate extra-tributarie, e viene confermata anche la situazione relativa alle società private di riscossione.
    Si ipotizza inoltre la formazione di un Consorzio fra i Comuni, che potrà rivolgersi a Equitalia per lo svolgimento delle «attività di supporto» alla riscossione. La riunione dei Comuni in un Consorzio è al momento solo un'opzione, di cui vanno definite le linee operative (il tema può essere legato al reimpiego degli esuberi che si determinano in Equitalia con l'abbandono della riscossione locale). Il Consorzio non può comunque essere l'unica alternativa alla gestione diretta, dal momento che gli affidamenti dovranno seguire le regole della gara a evidenza pubblica.

1 3 4 5

Torna all'articolo