Pignoramento – il debitore deve essere avvisato della possibilità di conversione [Commento 2]

  • breezer 26 febbraio 2013 at 17:16

    Salve, una domanda che spero sia più o meno pertinente.

    Sto viaggiando spesso all'estero, in sudamerica, dove sto per trasferirmi definitivamente. Starò lì il più tempo possibile, ma per ora, non avendo ancora ottenuto i documenti, potrò stare solo tre mesi e poi uscire dal paese. Detto ciò, nel frattempo ho lasciato il vecchio affitto e quando vengo in Italia sto (a turno) dai parenti. ieri mi ha trovato, tramite mio zio, un messo comunale che dice sostanzialmente che devo dichiarare dove sto se no "perdo i documenti". Io vorrei evitare di mettere una residenza dai miei parenti, soprattutto perché qui ci sto veramente poco (sarebbe sostanzialmente residenza fittizia), ma anche perché ho un debito con ENI per un conguaglio spropositato che mi sono rifiutato di pagare. Che devo fare? so che c'è l'AIRE, ma da quanto ne so non posso iscrivermi se non risiedo almeno un anno continuativamente nel paese straniero. Cosa mi consigliate?

    • Ornella De Bellis 26 febbraio 2013 at 17:53

      Se queste sono le condizioni, c'è da fare ben poco, atteso che le interessa venire a conoscenza di eventuali notifiche perfezionatesi correttamente causa temporanea irreperibilità del destinatario. Ogni volta che rientra in Italia dovrà recarsi all'ufficio postale dove vengono depositati gli atti in attesa della compiuta giacenza, a quello preposto all'albo pretorio comunale nonché presso le agenzie territorialmente competenti di Equitalia e delle Entrate, allo scopo di verificare ... se c'è posta per lei.

1 2 3

Torna all'articolo