Credito al consumo - Carte di credito revolving e Credito rotativo

E' una forma di finanziamento di credito al consumo che mette a disposizione del consumatore una somma di denaro (fido):  egli può utilizzarla a sua discrezione,presso punti vendita convenzionati, con l'obbligo di restituire la somma utilizzata con rimborsi generalmente mensili. L'utilizzo di questo importo è di solito collegato all'uso di una carta di credito revolving. Il cliente può definire il piano di rimborso, con il vincolo di assicurare il pagamento di una determinata rata minima mensile.

Man mano che il consumatore rovvede ai rimborsi, la somma concessa si ripristina e può quindi essere nuovamente utilizzata. Si tratta quindi di uno strumento flessibile: deve essere utilizzato con attenzione, per evitare che il debito diventi perenne e gli interessi troppo onerosi.

Ad esempio: ho un credito rotativo di 10.000 Euro e ne spendo 5.000. Il mese dopo ne rimborso 3.000: il mio fido sarà di 8.000 Euro. Ovviamente spendere di nuovo i soldi rimborsati alla banca comporta un allungamento dei tempi di rientro dal prestito e quindi il pagamento di ulteriori interessi più alti.

Si tenga conto che l'uso della carta di credito revolving dà la possibilità di spendere del denaro indipendentemente dalla disponibilità di fondi nel proprio conto corrente bancario, salvo ripagare ratealmente il proprio debito. Ciò differenzia le carte di credito revolving da quelle tradizionali che sono nate come strumento di pagamento e non di finanziamento.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su credito al consumo - carte di credito revolving e credito rotativo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.