I servizi telematici fiscali - contributo video a cura della Agenzia delle Entrate

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Lo strumento fondamentale per eccellenza utilizzato dall'amministrazione finanziaria per migliorare i rapporti con i contribuenti è rappresentato dalla rete telematica Internet.

Collegandosi al sito web dell'Agenzia www.agenziaentrate.gov.it è possibile consultare on-line la banca dati “Documentazione tributaria”, contenente tutta la normativa fiscale nonché le circolari e le risoluzioni emesse dall'Agenzia, conoscere le scadenze degli adempimenti fiscali, scaricare gratuitamente i software e la modulistica messi a disposizione dei contribuenti. È possibile inoltre calcolare il bollo auto, richiedere il duplicato del codice fiscale, verificare le partite IVA comunitarie.

Gli utenti in possesso del codice Pin, che può essere ottenuto sia tramite il servizio “Fisconline” direttamente accessibile dal sito www.agenziaentrate.gov.it che tramite gli uffici o il telefono, possono in tutta sicurezza compilare e presentare on line la propria dichiarazione dei redditi, effettuare i pagamenti delle imposte dovute, richiedere l'accreditamento di eventuali rimborsi, portare a termine diversi adempimenti relativi ai contratti di locazione e di affitto di beni immobili.

Consultando il “cassetto fiscale” i contribuenti possono inoltre accedere alle informazioni che li riguardano contenute negli archivi dell'Anagrafe tributaria, e cioè: dati anagrafici e di residenza, partita IVA, dati relativi alle dichiarazioni presentate, rimborsi, versamenti effettuati tramite F23 e F24 e atti del registro. Il servizio del cassetto fiscale può essere utilizzato anche dagli intermediari che oltre ad interrogare i propri dati anagrafici e reddituali possono consultare anche le informazioni riguardanti i propri clienti, previo conferimento di idonea delega da parte di questi ultimi.

Con il servizio “Webmail” è possibile chiedere informazioni in materia fiscale anche tramite l'invio di un messaggio di posta elettronica (e-mail) all'Agenzia. Utilizzare il servizio, risolvendo in modo rapido eventuali dubbi in materia fiscale, 24 ore su 24, tramite il computer direttamente da casa o dallo studio, è semplice: basta collegarsi al sito www.agenziaentrate.gov.it, cliccare sulla voce “Servizi”, quindi su “Webmail”, e aprire la scheda di richiesta da compilare e inviare. Per ogni e-mail inviata, il Contact Center trasmette in automatico un messaggio di avvenuto recapito o di invio fallito, nonché la soluzione al problema posto. A meno che il quesito non richieda una specifica interpretazione normativa o la soluzione di problematiche particolarmente complesse la risposta arriverà successivamente. In ogni caso, se il quesito non può avere risposta, ne verrà comunque data comunicazione via e-mail.

I servizi telematici, fruibili cioè tramite la rete, si dividono in due grandi categorie:

  • quelli che possono essere utilizzati dalle medie e grandi imprese e dagli intermediari (consulenti, professionisti, banche, poste, Caf, ecc.) tramite la rete Entratel;

  • quelli che possono essere utilizzati dalle piccole imprese e da tutti gli altri contribuenti, tramite Internet, attraverso il servizio Fisconline.

Di seguito l'elenco dei principali servizi telematici disponibili

servizi-disponibili-in-internet1

Per fare una domanda sui servizi telematici fiscali,  sul contenzioso tributario, su fisco e tasse in genere, sulle cartelle esattoriali clicca qui.

28 giugno 2008 · Andrea Ricciardi

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • VANDA 10 luglio 2009 at 18:26

    quando avviene il pagamento del bonus famiglia ?

1 2 3