L'indagine conoscitiva del 2013 nel settore dell'assicurazione rc auto

Le mani ancora spellate per gli applausi frenetici con cui avevano salutato l'introduzione del risarcimento diretto, gli uomini dell'Antitrust accolgono con sorpresa le grida di dolore che iniziano subito a provenire dalle Associazioni dei Consumatori, sponsor anch’esse della Grande Riforma. La storia si ripete: il mercato delle polizze RCA non sta andando affatto - ohibò - nella direzione auspicata. E così, nel maggio 2010, ritemprati da sette anni di meritato riposo, i segugi vengono nuovamente sguinzagliati. Stavolta, in confronto ai sette anni occorsi per l'indagine precedente, le conclusioni arrivano quasi fulminee, si fa per dire. Il 6 febbraio 2013 l'indagine è conclusa: è pronto un altro bel tomo di 172 pagine.

Stavolta che cosa hanno scoperto i nostri meravigliosi segugi?

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'indagine conoscitiva del 2013 nel settore dell'assicurazione rc auto. Clicca qui.

Stai leggendo L'indagine conoscitiva del 2013 nel settore dell'assicurazione rc auto Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 18 aprile 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 7 febbraio 2017 Classificato nella categoria tutela consumatori - polizze assicurative RC auto Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca