Regola numero 3 » Diminuzione dei costi domestici

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Mediante determinate misure e l‘attuazione di modifiche nella conduzione della casa possono essere diminuite le spese generali da sostenere.

Consiglio: rispettando le seguenti regole potrete risparmiare nel fare la spesa: fate la spesa soltanto una volta la settimana; programmate in anticipo cosa volete mangiare durante la settimana; verificate prima di fare la spesa se esistono offerte speciali;stabilite in anticipo il limite massimo che volete spendere; scrivete una lista della spesa e comprate soltanto le cose indicate nella lista; non andate a fare la spesa a stomaco vuoto; state attenti alle “trappole di denaro”, ossia alle spese superflue come ad es. Pay-Tv, telefono e cellulare, assicurazioni inutili, carte di credito; confrontate le condizioni del vostro conto corrente con quelle offerte da altre banche.

Consiglio: esiste un importante potenziale di risparmio anche per quanto riguarda i consumi energetici e l'automobile. Nei locali domestici e negli ufficiè sufficiente mantenere una temperatura di 20 gradi: regolate di conseguenza il vostro riscaldamento. Se non utilizzate una stanza per un lungo periodo, bastano anche tra i 12 e i 15 gradi. Se sfruttate tutte queste opportunità potrete risparmiare fino al 10 % dei costi per riscaldamento all'anno; se diminuite la temperatura di un grado, potete già risparmiare fino al 6 % dei costi annuali!

Consiglio: per risparmiare l'energia elettrica dovete spegnere gli elettrodomestici non necessari e spegnere la luce quando uscite da una stanza. Avviate la lavastoviglie soltanto quando è piena. Accendete gli elettrodomestici solo quando dovete utilizzarli.

Un fattore di costo sottovalutato è l‘automobile perchè quasi tutti si dimenticano di calcolare anche la perdita di valore del veicolo. Il prezzo d'acquisto però è un costo che non può essere sottovaluto perchè influisce pesantemente sul bilancio familiare. In media è pari a quasi il 6 % dei costi annuali relativi al veicolo di Euro I costi per la benzina mediamente sono pari al 1 %, meno dunque di quelli per l'assicurazione e per le tasse che sono circa pari al 8 % delle spese totali nell'anno.

.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.