NEGLIGENTE GESTIONE DELLE SPESE ESSENZIALI

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Quando vengono trascurati i pagamenti veramente importanti, ci si addentra in un ter­reno pericolosissimo. Se pagate la carta di credito invece che l‘affitto oppure la fattura della ditta di vendita per corrispondenza e non l‘assegno di mantenimento il disastro incombe.

Consiglio: pagate in ogni caso l‘affitto, le bollette (corrente, gas, acqua, riscaldamento) e il contributo al mantenimento per i figli minorenni.

Molte volte la causa principale delle problematiche de­bitorie è la mancata considerazione della propria situa­zione economica così come un rapporto sconsiderato con il denaro. È indispensabile un bilancio preventi­vo di spesa corretto: contribuisce a garantire i bisogni primari, come quelli concernenti il vitto, l‘alloggio, la formazione ed il lavoro ed al contempo protegge lo spazio da dedicare alle piacevolezze della vita, come l‘organizzazione del tempo libero e le ferie. E' proprio con i problemi di debiti che una precisa pianificazione della gestione domestica diviene condizione irrinunciabile per liberarsi dalla spirale dei debiti. La capacità e disponibilità personale a fornire la prestazione costituiscono il presupposto di ogni piano di ri­sanamento tanto nelle ipotesi di rientro extragiudiziale quanto nei procedimenti esecutivi.

Alla base di tutto ciò si pone la conoscenza quanto più possibile esatta ed il rilevamento di tutte le entrate e uscite correnti in un libro contabile. Nell‘ambito della gestione del bilancio familiare si trovano tante possibilità di risparmiare. A prima vista appare fastidioso annotare regolarmente tutte le entrate e le uscite di bilancio, ma soltanto questo modo permette di chiarire per cosa sono stati spesi i soldi e doveè possibile risparmiare denaro senza "patire“ troppo.

Oltre alla visione completa offerta dalle tabelle di controllo delle entrate e uscite per l'intero anno, Vi suggeriamo alcuni consigli per il risparmio che possono essere d‘aiuto nella gestione domestica con finanze scarse. Al fine di mantenere l'equilibrio tra entrate e spese a medio e lungo termine il servizio consulenza debitori della Caritas consiglia di rispettare cinque regole generali:

.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.