IVA IRPEF ed altre imposte - I principi generali per la deducibilità dei costi sostenuti

Il reddito imponibile Irpef è determinato dalla differenza tra l'ammontare dei compensi (in denaro o in natura) percepiti e l'ammontare delle spese sostenute nel medesimo periodo d'imposta. Tale principio non è assoluto giacché, in alcune circostanze, esso viene derogato.

Nella determinazione del reddito tendenzialmente si applica il principio di cassa, in base al quale concorrono alla formazione del reddito i compensi percepiti (incassati) e le spese effettivamente sostenute (pagate) nel periodo di imposta.

Questa regola subisce, però, un'eccezione nel caso di:

a) ammortamento dei beni strumentali;

b) canoni di locazione finanziaria;

c) spese di ristrutturazione immobili;

d) le quote di indennità di trattamento di fi ne rapporto e di cessazione dei rapporti di lavoro coordinata e continuativa maturate nel periodo di imposta.

In queste ipotesi, infatti, la deduzione deve avvenire in relazione non al momento in cui il costo è stato sostenuto ma al periodo a cui detto costo è riferibile [principio di competenza - Le spese di ristrutturazione di immobili non incrementative si deducono nel limite del 5 per cento del costo dei beni ammortizzabili, nell'esercizio di sostenimento. L'eccedenza è deducibile nei cinque periodi d'imposta successivi. (articolo 54, comma 2 del Tuir)].

Secondo quanto previsto dall'articolo 54, comma 1, DPR numero 917/86, le spese sono deducibili se:

  • sostenute, cioè effettivamente pagate nel periodo di imposta (fatta eccezione per le citate ipotesi in cui il costo viene dedotto per ‘riferibilità'al periodo d'imposta);
  • inerenti, cioè correlate all'attività svolta dal professionista. Non si richiede che le spese sostenute (di cui si chiede la deduzione) siano correlate ai compensi percepiti, quanto piuttosto all'attività professionale (come nel caso dei costi per corsi di aggiornamento professionale);
  • documentate, vale a dire provate. La prova può essere costituita da qualsiasi documento fiscalmente valido (fattura, ricevuta fiscale, ricevuta semplice).

Per alcune particolari spese è prevista un'apposita documentazione (ad es. per i carburanti, la scheda carburante debitamente compilata).

Qualora le spese siano superiori ai compensi, si determina un risultato negativo (perdita) rilevante ai fini  Irpef. Le perdite come previsto dall'articolo 8, comma 3°, del DPR numero 917/86 possono essere portate in diminuzione degli altri redditi di qualsiasi natura nell'esercizio in cui si sono determinate; l'eventuale eccedenza non può essere utilizzata negli esercizi seguenti (ciò per effetto delle modifiche apportate dalla legge 244/07).

Definiti i principi generali che sovrintendono la materia, è possibile passare alla descrizione delle varie tipologie di costi deducibili, suddividendoli per macrocategorie.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su iva irpef ed altre imposte - i principi generali per la deducibilità dei costi sostenuti.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • LAPEGNA 30 marzo 2011 at 15:38

    Abbiamo ricevuto una fattura del notaio per la costituzione del ns. consorzio avente data 31/12/2009 e pagata da noi il 13/10/2010. Nel bilancio 2009 non è stata fatta la scrittura relativa alla fattura da ricevere.
    Posso scaricare il costo e l'Iva nell'anno 2010? Grazie

    • cocco bill 30 marzo 2011 at 16:45

      Salve, sig. Lapegna. Il suo quesito andrebbe riproposto nella sezione "fisco tasse e contributi" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 2 3 4