I consumatori debitori [Commento 1]

  • c0cc0bill 13 luglio 2010 at 20:28

    Tutto vero. Gli sconti vengono concessi solo se accetti il pagamento a rate e non in contanti.
    E' un sistema iniquo. Io ho attraversato un periodo di difficoltà. In ragione del quale, avendo contratto dei prestiti e non essendo riuscito a pagarli secondo le scadenze, mi son trovato iscritto al Crif. Successivamente però, nel gennaio del 2006, ho sanato tutte le pendenze. A maggio dello stesso anno mi son recato in un negozio Euronics per acquistare un firigorifero ed una lavatrice. C’era una offerta promozionale con uno sconto del 20%. su tutta la gamma di elettrodomestici. Che fortuna, ho pensato. Ne approfitto subito. Ho scelto i modelli e sono passato alla cassa per il pagamento. L'addetto mi ha chiesto che modalità di pagamento volessi attuare. Pago per contanti ho risposto. Al che l'impiegato Euronics mi ha guardato e con aria solenne mi ha detto: “Guardi che se paga per contanti non può usufruire dello sconto del 20%. Dovrà corrispondere il prezzo pieno. Se vuole approfittare dello sconto promozionale si deve accomodare al box appositamente allestito. C’è lì una finanziaria (la FIN*****TIC) che le farà un finanziamento per credito al consumo. Poi fra sei mesi se vuole, paga in contanti o comincia a pagare a rate.” Devo continuare? La finanziaria non mi ha concesso il prestiito. Da una interrogazione al CRIF è risultato infatti che ero un CATTIVO PAGATORE. Morale della favola: ho dovuto pagare per contanti ma senza poter accedere allo sconto (si trattava di oltre 400 euro). Vi pare una cosa da mondo civile questa? Io sono stato penalizzato due volta. La prima con l'iscrizione al CRIF. La seconda con la discriminazione ed il diniego di poter accedere allo sconto. E, voglio ricordarlo, a maggio quandio ho acquistato frigo e lavatrice non avevo alcun debito in sospeso. Finanziare e centrali di rischio dovrebbero essere messe al bando. E' assurdo quello che mi è capitato. Ma è ancora più assurdo che la legge preveda la possibilità di poter imbastire queste campagne promozionali del cazzo. Hai diritto allo sconto solo se fai un finanziamento. Se paghi per contanti no.
    Giusto perchè qualcuno possa cadere nella trappola del debito, così come saggiamente è scritto in queste pagine. Una volta date le generalità, anche se dopo sei mesi paghi in un'unica soluzione, ti vedi recapitare a casa la CARTA revoling AURA, ed offerte di finanziamenti (a tassi da strozzinaggio). E le associazioni di consumatori che fanno? Non si accorgono di queste startegie subdole messe in atto dalle finanziarie? E' chiaro che prima o poi, in condizioni di difficoltà, qualcuno entra nella spirale dei debiti. Questo, signori, si chiama ADESCAMENTO. Alla prossima …

Torna all'articolo