L'usura, penalmente (articolo 644 c

  • gianni frescura 18 novembre 2008 at 10:13

    L'usura, penalmente (art. 644 c.p.) e civilisticamente (art. 1815 c.c.) sanzionata, dal 1997, consiste

    • nel concedere prestiti, di qualsiasi tipo (capitale/credito), a tassi globali (corrispettivi) superiori a quelli massimi stabiliti dalla legge;

    • nel concedere prestiti, di qualsiasi tipo, a tassi globali sproporzionati (rispetto al capitale/credito accordato), anche se inferiori ai tassi globali massimi stabiliti dalla legge, a chi si trova in difficoltà economica o finanziaria.

    La legge, per qualsiasi tipo di prestito, pone il limite massimo (tasso soglia), dei corrispettivi da pagare, nel tasso globale medio della categoria cui appartiene il prestito, aumentato della metà. I tassi globali medi, per le varie categorie (tra cui mutui, fidi e castelletti), sono preventivamente indicati dal Ministero dell'economia, tenendo conto della media dei tassi globali ordinari (medi) praticati dalle banche (rilevati trimestralmente dalla Banca d'Italia) e del tasso ufficiale di sconto, e sono pubblicati ogni tre mesi in G. U.

    L'usura è più grave se

    - il colpevole ha agito nell'esercizio di un'attività … bancaria;

    - il colpevole ha richiesto in garanzia … proprietà immobiliari;

    - il reato é commesso in danno di chi si trova in stato di bisogno;

    - il reato é commesso in danno di chi svolge attività
    professionale, imprenditoriale, artigianale;

    - il reato é commesso dagli appartenenti
    ad associazioni criminali.

    Come si vede la parificazione del banchiere al criminale (tutti e due possono commettere usura aggravata) non è una semplice opinione comune ma è prevista dalla stessa legge !

    Il controllo del supero del tasso soglia è di esclusiva competenza della magistratura sia civile che penale.

Torna all'articolo

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info