Ho ricevuto un atto di precetto che mi impone il pagamento di euro 35 mila. Se non pago, che cosa mi può succedere? [Commento 1]

  • ferdinando 30 maggio 2009 at 18:29

    Salve! volevo chiarirmi le idee per e capire.
    A mia mogliehanno pignorato il quinto dello stipendio; successivamente un altro pignoramento non gli è stato concesso per cui il giudice lo ha accodato alla scadenza del primo.

    Domanda: se il primo pignoramento dovesse avere una scadenza oltre i dieci anni ,il secondo non rischia di andare in prescrizione.

    Domanda: e se dovesse arrivare un terzo pignoramento cosa fà il terzo creditore gli e li và a chiedere al cimitero.

    Grazie per la gentilezza rispondetemi anche sulla mia mail è gradito

    • ferdinando 30 maggio 2009 at 18:43

      Salve! volevo fare un altra domanda.

      Se la legge dice che;si prescrivono entro dieci anni tutti i diritti per cui la legge non stabilisca un diverso termine.E tutti i diritti di una sentenza passata in giudicato.

      Domanda: un primo pignoramento che dilazionato con trattenuta del quinto dello stipendio e che si protrae
      oltre i 15 anni il secondo,anche se passato in giudicato e accodato al primo dovrebbe prescriversi o no? colmate la mia ignoranza Grazie!

    • weblog admin 30 maggio 2009 at 20:28

      Un debito si prescrive se il creditore non ne fa richiesta (non procede con la messa in mora del debitore) o se non procede poi all'azione esecutiva.

      Ma una volta che l'azione esecutiva è stata avviata e giunge a compimento con ad esempio, il pignoramento dello stipendio, diventa - per capirci - come un mutuo da pagare.

      Non mi risulta che i mutui, alcuni dei quali possono arrivare ai quarant'anni di durata, cadano mai in prescrizione... neanche con la morte del debitore.

      Se c'è eredità viene aggredita questa o gli eredi che l'accettano.

    • weblog admin 30 maggio 2009 at 20:33

      Ti ho già risposto nel "forum" Ferdinando. Non rispondiamo per e-mail per il semplice fatto che riteniamo che le esperienze, i problemi, le soluzioni vadano condivise.

      E soprattutto perchè non riteniamo che ci si debba vergognare di avere dei debiti o beni pignorati.

      Per quel che riguarda la prescrizione spero di aver rimosso le tue perplessità. Sì, i creditori seguono il debitore anche post mortem, aggredendo l'eredità o chi la riceve ed accetta.

1 2 3 23

Torna all'articolo