Il ricorso al prefetto o al giudice di pace

La multa ed il ricorso al prefetto e al giudice di pace

Nel linguaggio comune con il termine  "multa" o "contravvenzione" si intende la sanzione amministrativa pecuniaria camminata per un'infrazione al codice della strada. L'iter della multa inizia con l'accertamento dell'infrazione, cui segue l'emissione di un verbale di contestazione che può essere notificato contestualmente - se il conducente viene fermato - [ ... leggi tutto » ]

Il verbale di contestazione

Il verbale di contestazione deve contenere: la descrizione  della violazione:  data, ora e località nei quali è avvenuta la violazione,  indicazione della norma violata e sommaria descrizione del fatto, tipo di veicolo e numero di targa;  generalità, residenza ed estremi della patente del trasgressore,  se identificato;  eventuali dichiarazioni delle [ ... leggi tutto » ]

Il ricorso al verbale di multa

Il ricorso deve essere inoltrato al Prefetto o al Giudice di Pace del luogo dove è stata accertata l'infrazione entro 60 giorni (30 giorni a partire dal 1° settembre 2011) dalla consegna del verbale,  se l'infrazione è contestata al momento, o dalla sua notifica a mezzo posta o messo comunale. [ ... leggi tutto » ]

Ricorso al Prefetto

Il procedimento si basa sugli atti e sugli scritti difensivi che pervengono all'autorità amministrativa da parte del ricorrente e dell'ufficio di polizia del redattore del verbale, dunque non si instaura mai un vero e proprio contraddittorio nè un dibattimento pubblico. Il ricorso deve essere deciso entro 180 giorni dalla [ ... leggi tutto » ]

Ricorso al Giudice di Pace

Può  essere presentato a mano o a mezzo posta alla cancelleria del Giudice di Pace. E opportuno inviarne conia all'ufficio dell'agente che ha accertato la violazione per evitare che si attivi la procedura per l'iscrizione a ruolo. Se si risiede in comune diverso occorre indicare un recapito in quello [ ... leggi tutto » ]