Decurtazione punti patente - e se guidava un'altra persona?

Qualora il conducente non sia stato identificato, il proprietario del veicolo, a cui il verbale è notificato, è tenuto a comunicare, entro 60 giorni, i dati personali e della patente del responsabile della violazione. Se il proprietario omette di fornire i dati identificativi scatterà per lui una sanzione pecuniaria, ma non gli verranno decurtati i punti.

Sulla base di motivazioni documentate ed attendibili il proprietario dell'auto ha  la possibilità di giustificare la sua impossibilità  a conoscere, e dunque a comunicare, i dati del conducente.

Come si recuperano i punti perduti? In assenza di violazioni che comportino decurtazioni per il periodo di due anni consecutivi, viene ripristinato il  punteggio iniziale (2O punti). Il punteggio perso può essere recuperato anche frequentando dei corsi specifici presso le autoscuole o presso gli atri soggetti autorizzati dal Ministero dei Trasporti.

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
origine dei debiti
multe verbale infrazione notifica
contenzioso ricorso opposizione al verbale di multa
la multa – istanza di contestazione e di riattribuzione dei punti decurtati dalla patente

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su decurtazione punti patente - e se guidava un'altra persona?. Clicca qui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4

Altri contenuti suggeriti da Google

Struttura del sito ed altre info